Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Tutti i candidati a un incarico politico in Brasile sono stati eletti grazie a fondi illegali: lo ha affermato l'ex presidente di Odebrecht, Marcelo Odebrecht, davanti ai giudici del Tribunale superiore elettorale (Tse) brasiliano.

KEYSTONE/EPA EFE/JOEDSON ALVES

(sda-ats)

Tutti i candidati a un incarico politico in Brasile sono stati eletti grazie a fondi illegali.

Lo ha affermato l'ex presidente di Odebrecht, Marcelo Odebrecht, davanti ai giudici del Tribunale superiore elettorale (Tse) brasiliano all'inizio di marzo, secondo informazioni raccolte dal quotidiano 'O Estado de S. Paulo'.

"Dubito che esista un politico in Brasile che si sia eletto senza 'caixa 2' (denaro non dichiarato al fisco, ndr)", ha detto Odebrecht, erede dell'omonima holding delle costruzioni coinvolta nell'inchiesta 'Lava Jato' (Autolavaggio) sui fondi neri Petrobras, considerata la Mani Pulite locale.

"Se invece sostiene di essersi eletto senza - ha aggiunto l'ex manager, finito in carcere e divenuto collaboratore di giustizia - allora sta mentendo, perché ha ricevuto dal partito, quindi è impossibile".

SDA-ATS