Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ammonterebbe a quasi mezzo miliardo di reais (circa 160 milioni di franchi) il totale delle mazzette pagate dal gruppo Odebrecht a importanti politici brasiliani accusati di corruzione e per i quali la Corte suprema ha autorizzato l'apertura di nuove indagini.

E' quanto rivelano le confessioni rese ai pubblici ministeri (pm) dai collaboratori di giustizia e divulgate nelle ultime ore dai media locali.

I pentiti - 78 dirigenti ed ex dirigenti di Odebrecht, il colosso delle costruzioni coinvolto nell'inchiesta Lava Jato sui fondi neri Petrobras - hanno riferito in particolare di aver versato 224,6 milioni di reais per opere e contratti nelle varie sfere di governo (federale, statale e municipale) e altri 170 milioni di reais per misure provvisorie, modifiche parlamentari e risoluzioni legislative che favorissero gli interessi della holding.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS