Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una missione a Bruxelles e Parigi per il sindaco di Londra Sadiq Khan.

KEYSTONE/EPA/WILL OLIVER

(sda-ats)

Una missione a Bruxelles e Parigi per discutere di sicurezza e lotta al terrorismo, dopo l'attacco di Westminster della settimana scorsa, ma anche per rivendicare un ruolo autonomo di Londra nella partita per la Brexit.

È l'obiettivo del sindaco laburista della capitale britannica, Sadiq Khan, in partenza nelle prossime ore per il Belgio e la Francia per una serie di colloqui in sede europea durante in quali intende - informa una nota - confermare la volontà di Londra di mantenere aperte le porte "al business, agli investimenti, ai talenti e alle idee".

Khan, dopo l'arrivo stasera a Bruxelles, ha in programma domani un discorso pubblico alla vigilia della prevista notifica dell'articolo 50 del Trattato di Lisbona da parte del governo conservatore di Theresa May che darà il via al negoziato formale di divorzio della Gran Bretagna dall'Ue. In agenda anche incontri, fra gli altri con i presidenti dell'Europarlamento, Antonio Tajani, e della Commissione, Jean-Claude Juncker.

Il giorno dopo, tappa invece a Parigi, dove il primo sindaco musulmano (figlio di immigrati pachistani) alla guida di una grande capitale europea vedrà il neo ministro dell'Interno francese, Matthias Fekl, per parlare in particolare di lotta al terrorismo alla luce degli attentati che hanno colpito Londra, come Parigi stessa, Bruxelles e altre città europee. Previsto pure un faccia a faccia con Anne Hidalgo, prima cittadina della capitale francese.

SDA-ATS