Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Cablecom ha dato parecchio lavoro a Mister prezzi

Mister prezzi ha ricevuto molte denunce di telespettatori scontenti e di utenti di telefonia mobile

(Keystone)

Molti i clienti scontenti di Cablecom che l'anno scorso hanno dato del filo da torcere al Sorvegliante dei prezzi: sono state parecchie anche le lamentele nel settore della telefonia mobile.

Nella sua conferenza annuale Rudolf Strahm ha rivelato di essersi occupato di 1364 denunce del pubblico l'anno scorso, un numero solo leggermente inferiore ai valori massimi registrati nel 2005.

"Abbiamo ricevuto molta corrispondenza da parte di persone che si lamentavano della soppressione dei programmi televisivi analogici di Cablecom, ma anche diverse denunce nel settore della telefonia mobile, riguardanti i costi troppo elevati delle chiamate dall'estero con il cellulare", ha spiegato Rudolf Strahm.

Mister prezzi ha anche messo in evidenza l'esplosione dei prezzi nel settore della posta e delle spedizioni, in particolare delle tasse doganali sui piccoli pacchetti inviati da speditori privati, come DHL.

La tassa di sdoganamento impedisce di fatto l'importazione diretta di mercanzie per posta, come libri, CD o la partecipazione alle aste su internet nei paesi vicini. Mister prezzi ha in questo senso elaborato una procedura semplificata e ne seguirà attentamente l'applicazione.

I servizi di Rudolf Strahm si sono anche occupati del prezzo dei farmaci, che erano in testa alla lista delle denunce nel 2005, delle tariffe degli ospedali e delle tasse sull'acqua, sui rifiuti e per la depurazione delle acque.

I risparmi

Grazie ai negoziati con Cablecom, Rudolf Stahm ha fatto abbassare le tariffe di televisione digitale di 100, 120 milioni di franchi l'anno, per un risparmio di 37 milioni di franchi potenziali l'anno.

In collaborazione con l'Ufficio federale della salute pubblica e con quello della statistica sono stati inoltre migliorati i metodi di paragone delle tariffe praticate dagli ospedali della stessa categoria.

Mister Prezzi

Il sorvegliante dei prezzi – chiamato anche Mister Prezzi – veglia affinché i cartelli o le grandi imprese non approfittino della loro posizione ...

L'isola dei prezzi alti

Mister prezzi è contento che finalmente i politici abbiano fatto degli alti prezzi praticati in Svizzera un tema centrale. Il parlamento deve prendere decisioni importanti su problemi come il Cassis de Dijon (che prevede l'ammissione automatica sul mercato elvetico dei prodotti che già circolano
nell'Unione europea), l'esaurimento dei diritti in materia di brevetti e le importazioni parallele.

Decisioni attese prossimamente, tanto che gli anni 2007 e 2008 potrebbero essere designati come "gli anni dei prezzi", afferma Rudolf Strahm, che avverte però: anche se dovessero sparire gli ostacoli che impediscono le importazioni, non ci si deve attendere un calo netto dei prezzi, almeno fino a quando esisteranno dei cartelli verticali.

Prezzi imposti

In effetti, secondo le denunce e le lamentele dei piccoli commercianti, le raccomandazioni e imposizioni dei prezzi da parte dei fabbricanti sono sempre largamente praticate nel commercio al dettaglio, il che costituisce probabilmente il maggiore ostacolo alla concorrenza.

Mister prezzi ha anche rimproverato la Commissione della concorrenza (Comco), che a fine 2006 non aveva ancora reso alcun verdetto sulle intese verticali, peraltro sanzionate dalla legge sui cartelli.

swissinfo e agenzie

1972: Leo Schürmann viene eletto primo Mister prezzi. Siamo in periodo di alta congiuntura e di forte inflazione.

1979: nascita della "vera" sorveglianza dei prezzi, i forum dei consumatori depositano un'iniziativa per impedire gli abusi di prezzi.

1982: passa un'iniziativa popolare sul controllo dei prezzi.

Nel dicembre 1985 il parlamento adotta la legge sulla sorveglianza dei prezzi, che entra in vigore il 1° luglio 1986.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.