Navigation

Come ti perdo un diamante da 160 carati

Nell'immagine un diamate di poco più di 60 carati, pari a circa un terzo di quello scomparso lo scorso 23 gennaio durante il trasporto fra Ginevra, Zurigo e Johannesburg Keystone Archive

Sembra impossibile, eppure due settimane fa durante il trasporto fra Ginevra, Zurigo e Johannesburg è scomparso un diamante grezzo di 162,5 carati, equivalente ad un peso di 32,5 grammi. A chi ritroverà il prezioso minerale è stata promessa una ricompensa di 500 mila franchi. La polizia zurighese ritiene che il colpo sia stato messo a segno in Sudafrica.

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 febbraio 2001 - 16:02

L'enorme diamante rosa, il cui valore è stimato ad almeno dieci milioni di franchi svizzeri, è stato spedito lo scorso martedì 23 gennaio dall'aeroporto di Ginevra-Cointrin a bordo di un volo Swissair con destinazione Johannesburg. L'aereo ha fatto scalo all'aeroporto di Zurigo-Kloten prima di proseguire il viaggio verso il Sudafrica, dove il giorno seguente (mercoledì 24 gennaio) i responsabili della ditta Brink's, che ha organizzato il trasporto, ne hanno constatato la scomparsa.

A Johannesburg è stata presentata la denuncia, come ha indicato mercoledì il portavoce della polizia cantonale zurighese Hans Lustenberger, confermando la notizia pubblicata dal quotidiano svizzero tedesco «Blick». Avvisata dalla società che ha organizzato il trasporto il 26 gennaio, anche la polizia zurighese ha comunque aperto un'inchiesta per verificare quanto accaduto a Kloten.

Presso la filale svizzera della società statunitense Brink's, specializzata nel trasporto di beni di valore ed attiva in 60 Paesi, nessuno ha voluto commmentare l'accaduto.

Difficile cifrare il valore del diamante smarrito o, più semplicemente, rubato: secondo Henry Hänny, direttore dell'Istituto svizzero di gemmologia, dipende in forte misura dalla qualità della pietra in questione. Nella letteratura specializzata un diamante rosa di oltre 100 carati viene citato soltanto una volta, ha precisato Hänny. In ogni caso la pietra allo stato grezzo potrebbe valere almeno 10 milioni di dollari, che salirebbero a 15-20 milioni per il diamante lavorato. Secondo la succursale di Ginevra della casa d'aste Christie's, un diamante di simili dimensioni potrebbe raggiungere un valore di almeno 15 milioni di dollari.

La società Lloyd's, che ha assicurato il diamante, ha offerto una ricompensa di mezzo milione di franchi per ritrovare la preziosa pietra. Una società specializzata ha già pubblicato mercoledì un'inserzione in tal senso su diversi quotidiani svizzeri e stranieri.

Le inserzioni pubblicate contengono due numeri telefonici ai quali rivolgersi. Contattato dall'agenzia di stampa svizzera Ats, il titolare di uno di questi numeri non ha però voluto fornire né il nome della società per la quale lavora, né quello dell'assicuratore del diamante. L'unica precisazione riguarda la pubblicazione delle inserzioni: sono stati scelti quotidiani di città come New York, Anversa o Tel Aviv, riconosciute piazze per il commercio internazionale di diamanti.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?