Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Commercio estero in aumento in febbraio: le esportazioni svizzere si sono attestate a 17,8 miliardi di franchi, lo 0,9% in più dello stesso periodo dell'anno precedente, tenuto conto delle correzioni per i diversi giorni lavorativi.

Le importazioni sono da parte loro salite del 5,4% a 14,6 miliardi, informa oggi l'Amministrazione federale delle dogane (AFD). In termini reali si è per contro assistito a una contrazione rispettivamente dell'1,2% (import) e del 2,5% (export).

La bilancia commerciale mostra un'eccedenza di 3,3 miliardi, pari a 600 milioni in meno del febbraio 2016.

Per quanto riguarda i singoli comparti, spiccano le esportazioni di metalli, che hanno raggiunto il livello più elevato dal novembre 2010. Il settore orologiero incide negativamente su entrambe le direzioni di traffico delle merci. Da notare anche che il segmento farmaceutico ha spinto il dato dell'export negli Usa verso le cifre rosse.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS