Congiuntura al livello più basso degli ultimi 5 anni

Il buon andamento dei consumi privati relativizza le oscillazioni del barometro congiunturale Keystone

Secondo il KOF, la svolta dovrebbe intervenire nel primo trimestre dell'anno prossimo.

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 novembre 2001 - 13:29

Lo scorso ottobre, il barometro del Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (KOF) ha raggiunto il punto più basso negli ultimi cinque. Lo ha affermato venerdì l'istituto di ricerca zurighese, secondo il quale il punto di svolta dovrebbe verificarsi nel primo trimestre del 2002. La crescita del Pil di quest'anno dovrebbe attestarsi all'1,9 per cento, mentre la progressione per l'anno prossimo non dovrebbe superare l'1,7 per cento.

L'economia svizzera è in rallentamento da qualche mese. La tendenza negativa registrata in settembre (-0,87) è proseguita in ottobre (-1,02).

Le nuove commesse, come anche le ordinazioni in portafoglio, dell'industria sono diminuite rispetto al medesimo periodo dell'anno scorso. Per i prossimi mesi, molti imprenditori pensano di ridurre l'acquisto di prodotti semi-lavorati. Rispetto a luglio, parecchie famiglie considerano con scetticismo la loro situazione finanziaria per i prossimi 12 mesi.

Nel settore della costruzione si è verificata nel penultimo trimestre dell'anno, rispetto a quello precedente, una schiarita: sono aumentate infatti le entrate in portafoglio. L'industria della grande distribuzione considera tuttora troppo elevate le scorte.

Stando all'economista del KOF Willy Roth, i consumi privati rappresentano il pilastro della congiuntura. L'andatura delle vendite al dettaglio è assai sostenuta, ha aggiunto, «ciò che relativizza le brusche oscillazioni del nostro barometro».

Rimane da vedere, ha aggiunto, «se la propensione al consumo rimarrà per i prossimi mesi forte come ora». Per il 2001, i consumi secondo il KOF dovrebbero segnare un +1,8 per cento mentre per il 2002 questa percentuale è stimata a un +1,9 per cento.

Secondo il KOF, il PIL dovrebbe attestarsi alla fine di quest'anno all'1,9 per cento. Nel 2002 la crescita sarà inferiore: + 1,7 per cento. Le stime si basano sulla supposizione che l'inversione di tendenza si verificherà nel primo trimestre del 2002.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo