Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Conto alla rovescia per i mondiali di hockey

Il presidente del comitato organizzativo Gian Gilli e Cooley, la mascotte del torneo.

Il 24 aprile 2009 inizieranno i campionati mondiali di disco su ghiaccio a Berna e Kloten: in occasione di questo grande evento, swissinfo ha realizzato un dossier speciale disponibile per la prima volta anche in russo.

L'attenzione degli appassionati elvetici di hockey è ancora rivolta alle fasi finali del campionato svizzero: soltanto alla fine del mese di aprile si saprà chi avrà l'onore di sollevare il trofeo riservato al vincitore: Davos, Friburgo, Zugo oppure Kloten.

Una volta terminata la competizione nazionale, i giocatori che fino a pochi giorni prima si erano dati battaglia con unghie e denti dovranno riappacificarsi in brevissimo tempo nello spogliatoio della nazionale rossocrociata, attesa dall'impegno mondiale.

Anche se disporrà soltanto di due settimane prima dell'ingaggio iniziale, l'allenatore Ralph Krueger non dovrebbe avere grandi difficoltà nel motivare i suoi atleti, avendo già dimostrato in passato di essere un maestro in questo esercizio. La sfida che attende la nazionale elvetica è stimolante e impegnativa: dimostrare ai tifosi svizzeri che la squadra figura a pieno titolo tra le migliori otto selezioni del mondo.

Swissinfo parla russo

Se per i giocatori il grande sforzo inizierà soltanto tra qualche settimana, per i giornalisti la preparazione è già entrata nel vivo: swissinfo, la piattaforma internet della SRG SSR idée suisse, ha infatti preparato un dossier speciale – on-line a partire da mercoledì 18 marzo – dedicato all'evento.

Lo speciale «Campionati mondiali di hockey 2009» comprende le notizie più attuali concernenti il torneo, approfondimenti riguardanti i giocatori, le squadre, gli allenatori, i tifosi e gli organizzatori. Inoltre, sono presentate le due città ospitanti e gli impianti in cui si disputeranno le partite. L'offerta multimediale di swissinfo comprende pure la diffusione in diretta delle partite della Svizzera, interviste, gallerie fotografiche e un corso accelerato d'introduzione alle regole dell'hockey per i neofiti.

Il dossier è pubblicato in cinque lingue: francese, tedesco, italiano, inglese e russo. Quest'ultima versione costituisce un progetto pilota, mediante il quale si intende verificare l'interesse per un'offerta informativa in russo concernente la Svizzera.

Sei squadre favorite

Le nazionali favorite per la conquista del titolo mondiale sono ovviamente le grandi potenze dell'hockey, che hanno già vinto in passato questa competizione: Russia, Canada, Svezia, Finlandia, Stati Uniti e Repubblica Ceca.

Alle spalle di questo lotto vi è la nazionale rossocrociata, sempre pronta a fare uno sgambetto agli avversari più quotati, com'era successo lo scorso anno nel corso della rassegna iridata in Canada: gli uomini di Ralph Krueger avevano infatti battuto la Svezia per 4-2.

Durante il torneo, le 16 squadre partecipanti disputeranno complessivamente 56 partite, 32 delle quali saranno ospitate nella PostFinance Arena, completamente ristrutturata. L'impianto potrà accogliere 12'000 spettatori. I restanti 24 incontri andranno in scena alla Kolping Arena di Kloten (nei pressi di Zurigo), anch'essa oggetto di migliorie e capace di contenere 7'000 tifosi.

Città dell'hockey

I mondiali si svolgeranno in due località elvetiche – Berna e Zurigo – caratterizzate da una vera passione per il disco su ghiaccio, e dalla presenza di squadre di grande tradizione. I Kloten Flyers e i Lions di Zurigo hanno infatti vinto più volte il volte il titolo svizzero; inoltre, i Lions si sono aggiudicati nel mese di gennaio del 2009 la Champions Hockey League (campionato europeo per club), battendo in finale i russi del Metallurg Magnitogorsk.

Berna costituisce un caso unico in Europa. Oltre a essere a sua volta una società molto titolata, la squadra locale vanta la media-spettatori più elevata di tutto il continente: oltre 16'000 tifosi per ogni partita.

Prevendita non entusiasmante

L'hockey non è il calcio, e di questo gli organizzatori dei mondiali sono ben coscienti. Il presidente del comitato d'organizzazione Gian Gilli e i suoi colleghi Marcel Brülhart (Berna) e Thomas Peter (Kloten) sanno infatti che il disco su ghiaccio non susciterà la medesima passione dei campionati europei di calcio, tenutisi nella Confederazione la scorsa estate.

Il budget dei mondiali ammonta a circa 31 milioni di franchi, 90% dei quali provenienti dai biglietti. A fine febbraio, erano stati venduti 211'000 dei 450'000 tagliandi disponibili. Il comitato organizzatore si è posto l'obiettivo di concludere la prevendita con 300'000 biglietti acquistati.

Partite e shopping

Il 10% restante del budget deve essere coperto tramite la collaborazione con partner nazionali e manifestazioni collaterali. Anche se gli appassionati del disco non saranno numerosi come quelli del pallone, gli organizzatori sono convinti che i tifosi non lesineranno i soldi per gli acquisti.

In particolare, molte aspettative sono riposte nell'arrivo di appassionati provenienti da Russia, Svezia e Lettonia: «Riempire le vetrine con orologi di lusso» è infatti il consiglio rivolto ai gioiellieri bernesi da Marcel Brülhart.

swissinfo, Renat Künzi
(traduzione e adattamento: Andrea Clementi)

Mondiali di hockey 2009

I campionati del mondo di hockey si terranno dal 24 aprile al 10 maggio 2009 a Berna e a Kloten. Le squadre in lizza sono 16. La pista della capitale potrà accogliere 11'600 spettatori, mentre quella di Kloten 6'800.

La Svizzera disputerà i primi tre incontri nel gruppo B contro Russia, Germania e Francia.

Al primo turno verrà eliminata soltanto l'ultima classificata di ogni gruppo, mentre le dodici restanti disputeranno un turno intermedio in due gruppi da sei, dal quale scaturiranno le squadre qualificate per gli ottavi di finale.

A partire dai quarti, invece, ogni incontro sarà ad eliminazione diretta.

Fine della finestrella

Interesse mondiale

Secondo gli organizzatori, le 56 partite della rassegna iridata saranno trasmesse in 110 paesi da 190 emittenti televisive.

Complessivamente, i mondiali dovrebbero essere visti in televisione da circa 800 milioni di persone.

Fine della finestrella

Largo ai giovani

Nelle città ospitanti vi saranno diverse iniziative rivolte ai giovani: a Berna, gli scolari potranno avvicinarsi al disco su ghiaccio cimentandosi in quiz matematici, linguistici e pratici legati a questo sport.

A Zurigo, grazie a fondi provenienti dalla lotteria, i ragazzi avranno la possibilità di seguire dal vivo alcune partite dei mondiali.

Fine della finestrella


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×