Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Coppa Davis, spareggio senza Federer



Nel 2010, Federer non si batterà per i colori rossocrociati.

Nel 2010, Federer non si batterà per i colori rossocrociati.

(Keystone)

La squadra svizzera di Coppa Devis dovrà fare a meno di Roger Federer nella partita contro il Kazakistan, decisiva per la permanenza nel Gruppo mondiale. Il basilese si è detto troppo stanco.

Da giorni la Svizzera del tennis si interrogava sulla presenza del numero tre al mondo nella partita di spareggio. La risposta è giunta mercoledì, a 48 ore dal primo incontro.

Federer ha annunciato la decisione sul suo sito web: si sente troppo stanco per giocare ad Astana, la capitale del Kazakistan. Così, nel 2010 il vincitore di 16 titoli maggiori non parteciperà nemmeno a una partita di Coppa Davis, cosa mai avvenuta dal suo debutto nel lontano 1999.

Dal 2005, il 29enne basilese non era mai sceso in campo nella partita di esordio della Coppa Davis; aveva tuttavia sempre spalleggiato i suoi compagni negli incontri di relegazione o promozione in autunno.

Ora, senza il numero tre al mondo toccherà a Stanislas Wawrinka (ATP 20) assumersi il ruolo di leader della squadra elvetica, capitanata da Severin Lüthi. Il vodese, che ha ritrovato di recente un piazzamento nei primi venti nella classifica ATP, lamenta però una contrattura muscolare.

Giunto mercoledì ad Astana, Wawrinka non potrà sbagliare nel singolo. A difendere i colori della Svizzera ci saranno poi Marco Chiudinelli (ATP 72) e Yves Allegro, che farà coppia con Wawrinka nel doppio. Con loro ci sarà inoltre lo zurighese Michael Lammer (ATP 199).

Gli svizzeri se la dovranno vedere con Andreï Golubev (39 ATP), Evgeny Korolev (ATP 73), Mikhail Kukushkin (81 ATP), battuto al primo turno degli US Open dal vodese con il risultato di 6-3 6-2 6-2, e Yuri Schukin (132 ATP).

swissinfo.ch e agenzie

swissinfo.ch e agenzie


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×