Prospettive svizzere in 10 lingue

CSt: sesta revisione AI; passo in favore degli attuali beneficiari

(Keystone-ATS) Gli attuali beneficiari di una rendita AI dovrebbero subire meno del previsto i contraccolpi della sesta revisione dell’assicurazione invalidità. Il Consiglio degli Stati ha compiuto oggi un passo nella loro direzione per scongiurare la minaccia di un referendum. Il dossier va ora al Nazionale.

La riforma, adottata con 30 voti contro 9, dovrebbe generare risparmi per un totale di 250 milioni di franchi tra il 2015 e il 2025, ha precisato a nome della commissione Alex Kuprecht (UDC/SZ). Si tratta di 75 milioni di franchi in meno rispetto al progetto iniziale del Consiglio federale, il quale aveva già rinunciato a circa 500 milioni di risparmi.

La sinistra ha tentato invano di rinviare questa riforma, a suo avviso “precipitosa”, invocando il fatto che i conti dell’AI sono “ormai equilibrati”. Prima di ridurre ancora le prestazioni, occorre valutare gli effetti delle precedenti riforme, visto che il primo pacchetto entrerà in vigore soltanto in gennaio, ha sottolineato Anita Fetz (PS/BS).

Il miglioramento è dovuto unicamente al meccanismo di finanziamento aggiuntivo, con l’aumento temporaneo dell’IVA, ha replicato il consigliere federale Didier Burkhalter. Gli sforzi mirati sono quindi più che mai necessari per equilibrare i conti a lungo termine, hanno aggiunto vari oratori dello schieramento borghese.

La proposta del governo avrebbe avuto quale conseguenza una riduzione delle rendite per i beneficiari con un grado di invalidità tra il 60% e il 79%. Una misura che avrebbe colpito i grandi invalidi, si è indignata Liliane Maury Pasquier (PS/GE). Alla fine, gli interessati dovrebbero essere “risparmiati” da tale provvedimento. Tuttavia, gli invalidi con un tasso tra il 40% e il 59% non beneficeranno di migliori prestazioni. Inoltre, i futuri beneficiari non sfuggiranno al nuovo modello delle rendite lineari.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR