Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Cambio ai vertici Giornalista italiano alla direzione artistica di Locarno

Carlo Chatrian assume le redini del Festival di Locarno.

(pardolive.ch)

A pochi giorni dalle dimissioni a sorpresa di Olivier Père, il consiglio di amministrazione ha nominato Carlo Chatrian nuovo direttore artistico. Giornalista, autore e programmatore, questo 41enne di origine italiana ha già fatto parte del comitato di selezione del festival di Locarno e ha curato le retrospettive degli ultimi anni.

«Seguo Carlo Chatrian con occhio attento da molti anni», ha dichiarato il presidente del festival Marco Solari, a cui è spettato il compito di cercare un successore a Olivier Père che dopo tre anni di attività a Locarno è stato chiamato a dirigere Arte Francia Cinema.

«Ho sempre apprezzato la sua capacità lavorativa e la sua intelligenza. Carlo Chatrian conosce alla perfezione la nostra manifestazione ed ha il carisma e la preparazione necessaria per poter guidare il festival di Locarno. Sono certo che è la persona giusta per questo compito importantissimo».

Un volto noto a Locarno

Direttore della rivista Panoramiques, autore di saggi e monografie, Carlo Chatrian ha iniziato a collaborare con il festival di Locarno nel 2002. Per quattro anni ha fatto parte del comitato di selezione e ha curato le ultime retrospettive, tradizionale appuntamento con la storia del cinema. Sotto la sua guida hanno preso forma le sezioni dedicate a Nanni Moretti, al controverso Manga Impact, ai registi hollywoodiani Ernst Lubitsch, Vincente Minelli e non da ultimo Otto Preminger.

Dal 1° novembre Chatrian assumerà dunque le redini del festival di Locarno, la più importante rassegna cinematografica svizzera. «Poter dirigere questa manifestazione, così coraggiosa e puntuale nel presentare il cinema che verrà e farlo dialogare con quello che è stato, è al contempo un motivo di orgoglio e uno stimolo a portarne avanti la linea libera, aperta alle novità e attenta alle esigenze degli addetti ai lavori e ai gusti degli spettatori che di edizione in edizione tornano a Locarno con la speranza di essere – ancora una volta – sorpresi», ha dichiarato Carlo Chatrian in un comunicato.

Professore e critico cinematografico

Nato a Torino nel 1971, Chatrian si è laureato in Lettere e Filosofia e ha conseguito parallelamente una specializzazione in giornalismo e comunicazione. Fin dai primi anni Novanta collabora come critico cinematografico per le riviste Filmcritica, Duellanti, Cineforum.

Professore di didattica cinematografica, ha curato diverse rassegne e collaborato con istituti come il Cinéma du réel di Parigi e il Museo nazionale del cinema di Torino. Per sei anni è stato vicedirettore dell'Alba film festival ed è tuttora membro del comitato di selezione del Festival dei popoli di Firenze e di Visions du Réel.

Dal 2010 è consulente della Cineteca svizzera di Losanna e dal 2011 direttore della Fondazione Film Commission Vallé d'Aoste.

I direttori di Locarno

1946-1958: Riccardo Bolla

1960-1965: Vinicio Beretta

1966: Sandro Bianconi

1967-1970: Sandro Bianconi, Freddy Buache

1971: Comissione di direzione di sette ticinesi

1972-1977: Moritz de Hadeln

1978-1981: Jean-Pierre Brossard

1982-1991: David Streiff

1992-2000: Marco Müller

2000-2005: Irene Bignardi

2005-2009: Frédéric Maire

2009-2012: Olivier Père

Dal novembre 2012: Carlo Chatrian

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.