Dal Libano un riconoscimento per Couchepin

In occasione del suo viaggio diplomatico in Medio Oriente, il ministro dell'interno svizzero Pascal Couchepin ha ricevuto giovedì a Kaslik, in Libano, il dottorato honoris causa dall'Università maronita dello Spirito Santo.

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 maggio 2009 - 17:19

Nel suo discorso di ringraziamento, il consigliere federale si è soffermato in particolare sull'attuale crisi economica, avanzando alcune riserve sui piani di rilancio varati da diversi governi. Secondo Couchepin la priorità in questo momento è ridare fiducia ai consumatori che, di fronte al rischio di recessione, sono sopraffatti dalla paura. « Uomini e donne devono di ritrovare il senso alla loro esistenza», ha affermato il ministro, «e provare nuovamente soddisfazione nel contribuire alla costruzione di una società più giusta e umana».

Couchepin si è poi detto particolarmente onorato per il riconoscimento ricevuto, che rende onore al suo «affetto» per il Libano. Venerdì il consigliere federale incontrerà, oltre al capo di Stato libanese Michel Suleiman, anche il presidente del Consiglio dei ministri Fuad Siniora e Nabih Berri, presidente dell'Assemblea nazionale.

Sabato si trasferirà in Siria dove visiterà il sito archeologico di Qasr al Hayr al Sharqi, al centro di un progetto di scavi e ricerche condotto dall'Università di Losanna. Incontrerà inoltre il ministro della cultura siriano Riad Naasan Agha e la vicepresidente Najah al Attar.

swissinfo.ch e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo