Navigation

Quando lo shopping diventa politico

Esiste un modo per conoscere l’interesse dei giovani nella politica al di là della loro partecipazione alle urne?

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 dicembre 2017 - 11:00

I prodotti biologici e del commercio equo e solidale hanno il vento in poppa in Svizzera. Ciò malgrado, le cifre relative alle vendite non dicono nulla sulle motivazioni dei consumatori. E quando la scelta di un prodotto è determinata dalla volontà, ad esempio, di proteggere il clima o i lavoratori del sud, il consumo può diventare una forma di partecipazione politica, afferma Birte Gundelach.

Ricercatrice al Centro della democrazia di Aarau, Birte Gundelach sta cercando di mettere a punto un sistema per analizzare le motivazioni politiche dei consumatori.

In Democracy Lab, la serie di video di #DearDemocracy, dei giovani ricercatori raccontano cosa hanno scoperto sulla democrazia.


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.