Domenica l'inaugurazione del carillon più alto della Svizzera

Istantanea del montaggio del carillon nella chiesa di Morgins Do not publish as copyright information is not clear

Il più alto carillon automatico della Svizzera -a quota 1.315 metri sopra il livello del mare- verrà inaugurato domenica a Morgins, in Vallese. Sul campanile accanto alla chiesa saranno visibili da ogni angolazione 23 campane, azionate grazie ad un sistema elettronico.

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 agosto 2001 - 12:05

«Queste campane cantano la pace, la speranza e l'unità delle Chiese», ha detto il promotore del progetto Martial-Emmanuel Carraux, curato della parrocchia di Troistorrents-Morgins. Un centinaio di melodie sacre e profane sono memorizzate nel sistema.

La più grande campana, che si trova a terra, pesa 640 chili, la più piccola 32. Una fonderia di Annecy, in Francia, le ha colate, levigate e accordate. La più voluminosa, battezzata campana della Pace, ha ricevuto a Roma la benedizione del Papa durante la messa del Giubileo elvetico del 25 settembre 2000. Su ogni campana c'è una decorazione incisa da monache francesi ed una citazione biblica.

Lo scultore ginevrino André Bucher ha posto il carillon in un trittico metallico alto dieci metri. Un parallelepipedo centrale sostiene la grande campana e un globo terrestre sospeso da cavi simboleggia le tensioni del mondo. Due ante laterali accolgono le altre 22 campane.

Durante la cerimonia saranno deposte nel globo manciate di terra di una sessantina di Paesi, in segno di universalità. Il costo del progetto di 200.000 franchi è stato coperto da donazioni.

Il carillon, installato qualche mese fa, scandisce le ore della giornata. ma propone anche concerti ogni domenica e su richiesta all'Ufficio del turismo: secondo Carraux, anche il turismo può diventare pellegrino.

In Svizzera ci sono una trentina di carillon che contano da quattro a 37 campane. Alcune sono dotate di una trasmissione meccanica, con corde. Le altre, automatiche, utilizzano l'elettronica per azionare i martelli sulle campane.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo