Festival di Locarno: il più piccolo tra i grandi