Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Autorità ticinesi sotto accusa Giganti della moda in Ticino: poche imposte e salari da fame

I giganti della moda con sede in Ticino pagano troppe poche imposte e non garantiscono salari dignitosi ai lavoratori. È la denuncia dell’ONG Dichiarazione di Berna, secondo cui il cantone è diventato una delle mete più ambite dai grandi marchi, grazie all’indulgenza delle autorità ticinesi e ai vantaggi fiscali.

Dal 1997, almeno 27 gruppi dell’industria della moda si sono installati in Ticino. Complessivamente lo scorso anno hanno generato un fatturato di 12 miliardi di franchi e impiegano attualmente circa 5000 dipendenti, di cui 2000 nella produzione. Gli introiti da capogiro non si tradurrebbero però, secondo la Dichiarazione di Berna, in introiti fiscali e salari dignitosi. Accuse respinte dal canton Ticino.

Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

swissinfo.ch e tvsvizzera.it (TG del 14 gennaio 2015)


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.