Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Busta paga dei manager sempre più gonfia

Malgrado la crisi economica i manager di alto livello svizzeri hanno ottenuto lo scorso anno importanti aumenti salariali, rileva un'indagine della fondazione Ethos.

Membri di consigli di amministrazione e della direzione delle 49 più importanti aziende quotate in Borsa hanno guadagnato in totale 1,27 miliardi di franchi, un quinto in più rispetto all'anno precedente.

Particolarmente importante è stato l'aumento fatto registrare dal settore finanziario, ha spiegato venerdì a Zurigo il direttore della fondazione Ethos, Dominique Biedermann, nel corso della presentazione di uno studio sul tema.

Secondo i dati raccolti da Ethos, lo scorso anno i vertici delle 13 principali banche e assicurazioni hanno ottenuto complessivamente aumenti salariali pari al 73%. Le retribuzioni medie del mondo della finanza sono in questo modo tornate ai livelli precedenti alla crisi.

I compensi registrati nelle 36 imprese che non fanno parte del settore finanziario sono da parte loro saliti del 2%. Nel 2009, un membro della direzione ha così guadagnato in media 3 milioni di franchi, mentre un presidente del consiglio di amministrazione si è dovuto "accontentare" di 1,9 milioni.

La trasparenza delle aziende è globalmente «insoddisfacente», scrive Ethos in un comunicato, rammentando che non esiste alcun obbligo di pubblicare i montanti delle rimunerazioni.

È comunque positivo, aggiunge la fondazione, che attualmente 21 società sottopongano i loro rapporti sui salari al voto degli azionisti.

swissinfo.ch e agenzie


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza