Navigation

Quanto lavorano gli svizzeri?

La cultura del lavoro svizzera: cliché o realtà? Keystone / Mint Images

Gli svizzeri sono considerati un popolo laborioso. È davvero così? Quattro grafici mostrano quanto si lavora in Svizzera rispetto agli altri paesi.

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 luglio 2020 - 17:00

Gli svizzeri amano considerarsi un popolo particolarmente attivo a livello lavorativo. Anche all’estero sono spesso visti come persone precise, puntuali e laboriose. La realtà corrisponde a questo cliché?

Varie statistiche registrano le ore lavorative svolte in media in ogni paese. A seconda di come vengono misurate, si possono trarre conclusioni molto diverse.

In un confronto globale, in Svizzera si lavora poco

Ricercatori dell'Università di Groningen hanno compilato una statistica dell'orario di lavoro svolto ogni anno dalle persone attive in diversi paesi e continenti. Con questo confronto, la questione sembra aver già trovato una risposta: in un contesto globale, gli svizzeri lavorano molto poco.

Contenuto esterno

Tenendo conto di questi dati, la Svizzera rientra in una tendenza globale. In sostanza, nei paesi più prosperi l'orario di lavoro è più basso. Tuttavia, ci sono alcune eccezioni. Le più eclatanti sono Hong Kong e Singapore, che continuano a lavorare tanto quanto la Cina nonostante il loro alto livello di prosperità.

Anche gli Stati Uniti si differenziano in questo trend. Pur avendo un livello di benessere leggermente inferiore, i dipendenti americani lavorano ogni anno molto di più rispetto ai loro colleghi in Svizzera.

Ciò è dovuto in gran parte al fatto che gli svizzeri hanno diritto a più giorni di vacanze garantiti per legge degli americani. In Svizzera esiste un diritto legale ad almeno 4 settimane di ferie pagate all'anno, ma non negli Stati Uniti. Da notare che, con grande stupore dei media internazionali, nel 2012 il popolo svizzero ha respinto un'iniziativa che proponeva "6 settimane di vacanze per tutti".

Orario di lavoro a tempo pieno molto alto

Poiché l'orario di lavoro annuale dipende dal livello di benessere e dal contesto normativo, l'analisi seguente si concentra su Paesi che, da questi punti di vista, possono essere relativamente paragonati alla Svizzera.

Cominciamo con un grafico che mostra l'orario di lavoro settimanale medio per un impiego a tempo pieno in vari paesi europei. Le cifre si riferiscono a una normale settimana lavorativa, indipendentemente da quanti giorni di vacanza vengono presi in un paese.

Contrariamente al confronto globale delle ore di lavoro annuali per dipendente, la Svizzera è chiaramente in testa con 42 ore e 24 minuti. Oltre alla Svizzera, solo in Islanda, Romania, Regno Unito, Malta e Lussemburgo si superano le 40 ore. Anche i tedeschi, considerati particolarmente attivi, lavorano molto meno degli svizzeri, secondo questi dati.

Contenuto esterno

Anche se negli ultimi decenni l’aspirazione a più tempo libero è aumentata in Svizzera con l'aumento del benessere, l'orario di lavoro settimanale regolare per un lavoro a tempo pieno non è diminuito come in paesi paragonabili.

Jan-Egbert Sturm, professore di economia al Politecnico federale di Zurigo e direttore dell’stituto svizzero di ricerche congiunturali (KOF), fornisce questa spiegazione: "La cultura svizzera è una cultura del lavoro e per certi versi ancora piuttosto calvinista. La diligenza è considerata una qualità molto buona".

Molte persone lavorano a tempo parziale

Se, però, si tiene conto anche dei lavoratori a tempo parziale, ossia di tutta la manodopera, l'orario di lavoro settimanale per la Svizzera scende a 35 ore e 36 minuti. Da questo punto di vista, la Svizzera figura tra i paesi europei con un orario di lavoro settimanale piuttosto basso.

Contenuto esterno

Infatti, rispetto al resto d'Europa, in Svizzera gran parte delle persone attive i lavora a tempo parziale. Tuttavia, esiste un chiaro divario di genere: le donne in particolare lavorano spesso a tempo parziale, gli uomini invece no.

Secondo Sturm, anche questo può essere spiegato culturalmente. "In Svizzera, siamo ancora legati a un modello molto tradizionale, in cui gli uomini lavorano a tempo pieno e le donne in generale lavorano sempre di più, ma non a tempo pieno nella maggior parte dei casi.

Molti attivi professionalmente

Ma anche includendo nel confronto coloro che lavorano a tempo parziale, molte persone non compaiono nelle statistiche, ossia quelle che non esercitano un’attività professionale. Se si includono anche le persone inattive nel calcolo dell'orario di lavoro settimanale, la Svizzera figura di nuovo nelle prime posizioni in Europa.

Tenendo conto anche di disoccupati, casalinghe e le altre persone che non hanno un lavoro retribuito, la media del lavoro settimanale in Svizzera si situa sulle 23 ore e 12 minuti. Tra i paesi presi in considerazione, solo la popolazione dell'Islanda lavora (molto) di più.

Contenuto esterno

L'Ufficio federale di statistica lo giustifica con l'elevato tasso di occupazione. In Svizzera sono relativamente poche le persone che non lavorano. Lo conferma anche l'esperto del mercato del lavoro Sturm: "Il fatto che la Svizzera figuri a livello così alto in questa statistica è dovuto all'elevato tasso di occupazione. In Svizzera lavorano molte persone".

Ciò non è dovuto solo al tasso di disoccupazione tradizionalmente basso in Svizzera. Secondo Jan-Egbert Sturm, sia che il lavoro venga svolto a tempo pieno, come si dice in termini generali per gli uomini, sia a tempo parziale, come nel caso delle donne, la conclusione rimane: "In Svizzera si lavora molto. Il popolo svizzero è davvero molto laborioso".

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.