Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Economia svizzera: buone le previsioni per il 2010

Il Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (Kot) è ottimista rispetto all’evoluzione economica svizzera. L’istituto prevede una crescita dell’1,8%.

Per il 2011, gli esperti hanno invece ritoccato verso il basso i loro pronostici viste le incertezza sullo sviluppo dell’Europa e il rafforzamento del franco. L’incremento dovrebbe essere dell’1,6% contro il 2,2%.

In un comunicato pubblicato venerdì, l’istituto presume che il tasso di disoccupazione si fissi al 3,8% nel 2010 e al 3,3% nell’anno seguente, rispetto al 4,1% e al 3,7% comunicati in marzo.

Note positive giungono pure dalla domanda al consumo dei privati, dagli investimenti in costruzioni e in beni strumentali: segneranno una progressione moderata nel 2010 e un lieve rallentamento nel 2011.

Se da un canto la Svizzera vive una situazione privilegiata dal punto di vista del bilancio statale, dall’altro la Confederazione verrà toccata dalle difficoltà che incontrano momentaneamente alcuni Stati europei, si legge ancora nella nota del Kof.

Grazie alla diversificazione geografica delle esportazioni, la Svizzera dovrà prevedere un calo dell’export in Europa compensato però dalla ripresa economica negli Stati uniti e in Asia. Gli esperti del Kof si attendono quindi un aumento del 6,6% nel 2010 e del 3,8% nel 2011.

swissinfo.ch e agenzie


Link

×