Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Governo svizzero in lutto È morto Pierre Aubert



Pierre Aubert è stato membro del governo svizzero dal 1977 al 1987.

Pierre Aubert è stato membro del governo svizzero dal 1977 al 1987.

(Keystone)

Pierre Aubert, presidente della Confederazione nel 1983 e nel 1987, è morto mercoledì all’età di 89 anni. L’ex ministro socialista ha attuato una politica estera aperta, all’insegna della neutralità attiva e della difesa dei diritti umani.

L'annuncio del decesso è stato dato soltanto giovedì dalle pompe funebri, su richiesta della famiglia. «Per i servizi che ha reso al nostro paese, gli dobbiamo gratitudine e rispetto», ha indicato in un comunicato il presidente della Confederazione Johann Schneider-Amman. Anche quando le sue forze hanno iniziato ad abbandonarlo, ha aggiunto, «non ha smesso di interessarsi a tutto e mi ha stimolato con i suoi consigli amichevoli e il suo umorismo».

Nato il 3 marzo 1927 a La Chaux-de-Fonds, nel canton Neuchâtel, Pierre AubertLink esterno ha iniziato la carriera politica a livello comunale e cantonale. Nell'autunno 1971 è stato eletto al Consiglio degli Stati, la camera alta del parlamento nazionale, del quale è stato membro fino all'elezione nel governo svizzero il 7 dicembre 1977.

Di formazione avvocato, il politico socialista è stato ministro degli esteri per dieci anni, fino al dicembre 1987, e presidente della Confederazione a due riprese, nel 1983 e nel 1987. Aubert ha avuto funzioni anche a livello europeo: dal 1974 al 1977 ha fatto parte dell’assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa a Strasburgo, lavorando come relatore generale della commissione politica.

Seguendo la linea dei suoi predecessori Max Petitpierre e Pierre Graber, ha attuato una politica estera aperta e generosa, all'insegna della neutralità attiva, si legge sul Dizionario storico della SvizzeraLink esterno. Pierre Aubert ha intensificato l'impegno svizzero a favore dei diritti dell'uomo, facendosi paladino dell'adesione della Svizzera all'ONU, respinta dal popolo nel 1986 (ma poi accettata nel 2002).

Pierre Aubert è stato insignito del titolo di grand’ufficiale della Legion d’onore e di quello di cavaliere di gran croce dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana.

Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

swissinfo.ch e agenzie

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza