Navigation

La competitività elvetica ai vertici mondiali

La stabilità economica e politica fanno della Svizzera il quarto paese più competitivo al mondo, rileva l'Istituto IMD per il management e lo sviluppo di Losanna (Vaud).

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 maggio 2008 - 11:48

Gli Stati Uniti figurano anche nel 2008 in cima alla lista del "World Competitiveness Yearbook", pubblicato ogni anno dall'Istituto di formazione manageriale IMD sulla base dell'analisi di decine di indicatori nel campo delle prestazioni economiche, delle infrastrutture, dell'efficienza del governo e del mondo degli affari.

Alle spalle di Singapore e Hong Kong, la Svizzera si situa in testa al gruppo dei paesi europei, superando il Lussemburgo (5.), la Svezia (9.) e l'Olanda (10.).

La Svizzera, 6. nel 2007, è riuscita a mantenere un elevato grado di competitività dando prova di stabilità e dinamismo, sottolineano i ricercatori dell'IMD. Tra i punti forti figurano la vigorosa espansione economica, una politica fiscale attrattiva, la buona situazione sul fronte del lavoro (numero di persone attive, tasso di disoccupazione,...) e la qualità delle infrastrutture di base.

Le note negative sono invece rappresentate da un elevato costo della vita, dall'invecchiamento della popolazione, dalla debole rappresentanza delle donne nelle sfere dirigenziali e da un limitato spirito imprenditoriale nel mondo degli affari.

swissinfo.ch

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?