Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Libera circolazione delle persone Immigrazione: partiti e cantoni scettici sulle proposte del governo

Il progetto di applicazione dell’iniziativa popolare contro l’immigrazione di massa, messo in consultazione in febbraio dal governo svizzero, non sembra incontrare il favore di partiti e cantoni. Secondo buona parte del mondo politico la proposta del Consiglio federale è inefficace, inapplicabile e lontana dalla realtà. 

In base al disegno del governo, contingenti annuali verrebbero introdotti per pressoché tutti gli stranieri e sarebbe data la priorità al reclutamento della forza lavoro residente. Tetti massimi, ai quali dovrebbero sottostare anche i frontalieri, verrebbero applicati per i soggiorni con fini lavorativi di più di quattro mesi. Il governo non prevede invece limiti per i lavoratori notificati (assunzioni d'impiego, indipendenti, distaccati): per loro varrà l'obbligo di notifica come ora. 

Posto in consultazione fino a giovedì prossimo, questo progetto incontra però forti resistenze da parte di quasi tutti i partiti. Contrari anche i rappresentanti dei cantoni, che rivendicano la competenza di determinare i contingenti di manodopera straniera. 

Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.


swissinfo.ch e tvsvizzera.it (TG del 25.05.2015)

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.