Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Elezioni a Zugo senza grandi cambiamenti

L'alternativo Hanspeter Uster si reca alle urne in bicicletta. Non ce l'ha fatta ad arrivare però fino a Berna

(Keystone)

Nel canton Zugo si è votato domenica per il rinnovo del governo e del parlamento cantonali e dei due seggi al "senato" di Berna. Nel parlamento c'è stato un leggero spostamento a sinistra.

I socialisti hanno perso i loro seggi a vantaggio della Lista Alternativa (sinistra). La maggioranza borghese di centro-destra non è stata intaccata.

La Lista Alternativa ha rafforzato le proprie posizioni nel governo e nel parlamento cantonali di Zugo: nelle elezioni di domenica ha infatti conquistato un secondo seggio nell'esecutivo e incrementato a 12 (+5) i seggi in Gran Consiglio.

Gli "alternativi" (che intendono affiliarsi ai Verdi svizzeri) non sono invece riusciti a scalfire la supremazia "borghese" nel voto per la designazione dei due rappresentanti cantonali nel Consiglio degli Stati.

La consultazione ha infatti visto la netta affermazione dei due "senatori" uscenti Peter Bieri (PPD Partito Popolare Democratico, centro) e Rolf Schweiger (PLR, Partito Liberale Radicale, centro-destra). In terza posizione è giunto Hanspeter Uster (Lista Alternativa, rosso-verde), che nello scorso agosto era sceso in lizza per un posto di "senatore" dopo aver annunciato che non si sarebbe ripresentato per un nuovo mandato nell'esecutivo cantonale.

Uster si è detto deluso dal suo risultato personale, una delusione temperata tuttavia dal successo complessivo della Lista Alternativa.

Affluenza alle urne del 45%

L'avanzata della Lista Alternativa nel governo cantonale è avvenuta a scapito dell'alleato Partito socialista (PS), per cui non vi sono mutamenti di forza negli schieramenti tra destra e sinistra. Il Partito liberale-radicale conserva i suoi due seggi, così come il Partito popolare democratico.

L'Unione democratica di centro (UDC destra dura), che non nascondeva le proprie ambizioni di espansione, rimane ferma a un mandato, mentre il PS esce di scena dopo un'esperienza ultradecennale.

I consiglieri di Stato uscenti Peter Hegglin (PPD), Matthias Michel e Joachim Eder (entrambi PLR) sono tutti stati confermati. Sono inoltre risultati eletti Beat Villiger (PPD), Heinz Tännler (UDC), così come Manuela Weichelt-Piccard e Patrick Cotti (entrambi Lista Alternativa).

Nelle elezioni per il rinnovo del parlamento cantonale l'attenzione era puntata sulla tenuta dell'Unione democratica di centro, che quattro anni fa era riuscita a raddoppiare i propri seggi. Protagonisti del voto sono invece risultati anche in questo caso gli "alternativi", che hanno segnato una netta progressione da 7 a 12 mandati su un totale di 80.

Il PPD ha visto i propri rappresentanti ridursi da 26 a 22, ma potrebbe ottenere un seggio supplementare nel turno di ballottaggio che si terrà a Walchwil. Un mandato ciascuno perdono l'UDC, che scende a quota 17, e il PS, che potrà contare su otto deputati cantonali. Tiene invece il PLR che mantiene i suoi 20 seggi.


swissinfo e agenzie

Consiglio degli Stati

Il Consiglio degli Stati è la Camera alta del Parlamento svizzero composta dai rappresentanti dei cantoni. Conta 46 membri. Ogni cantone, ...

Fatti e cifre

A Zugo ogni quattro anni vengono eletti gli 80 rappresentanti del parlamento cantonale.

Il governo cantonale – esecutivo - conta sette membri, eletti ugualmente ogni quattro anni. Ogni decisione viene presa a maggioranza.

Contemporaneamente si vota anche per i rappresentanti dei due seggi nel Consiglio degli Stati (senato) di Berna, eletti quest'anno con un anno d'anticipo sulle elezioni federali del 2007.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×