Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Emigrati, ma non privi di diritti

(swissinfo.ch)

Sono circa 670'000 gli svizzeri che vivono all'estero. La cosiddetta Quinta Svizzera conta tanti abitanti quanti ne risiedono nel terzo cantone più popoloso del paese.

Dal 2000, i diritti ed i doveri degli svizzeri dell'estero sono definiti tramite un articolo costituzionale.

Anche chi risiede al di fuori dalla Confederazione può esercitare i propri diritti politici. Nel farlo, deve tuttavia rispettare determinate condizioni.

Ad esempio, per partecipare a votazioni o elezioni federali, i membri della Quinta Svizzera devono annunciarsi presso la competente rappresentanza elvetica all'estero. Ogni quattro anni occorre inoltre rinnovare l'iscrizione ai registri di voto presso il luogo d'origine o l'ultimo domicilio in Svizzera.

La partecipazione alle votazioni cantonali è possibile soltanto quando ciò è previsto dalla legislazione cantonale. Attualmente, questa possibilità esiste in 11 cantoni su 26.

Un'importante facilitazione è giunta con l'introduzione del voto per corrispondenza. Fino al 1992, gli svizzeri dell'estero potevano infatti consegnare le loro schede di voto soltanto presso le rappresentanze elvetiche nel mondo o direttamente in Svizzera.

Dei circa 500'000 svizzeri dell'estero con diritto di voto, sono oggi circa un quinto coloro che esercitano i loro diritti politici.

Paese d'emigrazione

Mentre il tema dell'immigrazione straniera in Svizzera resta molto dibattuto, viene spesso dimenticato che la Confederazione è stata e continua ad essere anche un paese d'emigrazione.

Nel 18esimo e nel 19esimo secolo, circa 200'000 svizzeri erano partiti all'estero in cerca di fortuna. Oggi, sono circa 25'000 i cittadini elvetici che, annualmente, lasciano il loro paese.

Più del 60% degli svizzeri dell'estero vive in un paese europeo. Il 25% risiede invece sul continente americano. Il restante 15% si divide sul resto del pianeta: emigranti svizzeri si trovano oggi anche sulle più sperdute isole dei mari del sud.

Con 170'000 persone, la comunità più popolosa è quella di Francia. Alle sue spalle, si piazza la comunità di Germania (72'000 persone), di dimensioni simili a quella statunitense. I tre quarti degli svizzeri dell'estero dispongono anche della cittadinanza dello Stato che li ospita.

Nuovi legami

In seguito alla revisione della Costituzione federale del 1999 è stato introdotto il principio secondo il quale la Confederazione "promuove le relazioni tra gli svizzeri dell'estero, nonché quelle tra questi ultimi e la Svizzera".

Il legame ufficiale tra Berna ed i suoi cittadini sparsi nel mondo è il Servizio degli svizzeri all'estero presso il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). L'ufficio offre i propri consigli e, in caso di emergenze o situazioni di crisi, pure degli aiuti concreti.

Esiste inoltre una stretta collaborazione tra il DFAE e l'Organizzazione degli svizzeri all'estero (OSE), fondata nel 1916 e rappresentante degli interessi della Quinta Svizzera. L'OSE viene sostenuta da 750 istituzioni svizzere in tutto il pianeta.

Promozione dei giovani

Attorno all'OSE esistono numerose altre organizzazioni che si dedicano a questioni o bisogni più specifici.

Ad esempio delle fondazioni permettono ai giovani svizzeri dell'estero di trascorrere le vacanze in Svizzera e conoscere così la loro patria d'origine. Altre istituzioni si occupano invece di promuovere la formazione dei giovani della Quinta Svizzera.

La voce degli espatriati è rappresentata dal Consiglio degli svizzeri dell'estero. Questo organo si riunisce due volte l'anno ed è composto da 160 delegati eletti dalle diverse associazioni di svizzeri all'estero.

In generale si tratta di persone che dispongono di una certa affinità con la Quinta Svizzera: chi vive od ha vissuto all'estero, chi rappresenta un'organizzazione che difende gli interessi degli espatriati.

Gli svizzeri dell'estero desiderebbero meglio tutelare i loro interessi, tramite una loro rappresentanza in parlamento. Per ora, il tentativo di creare una circoscrizione elettorale per la Quinta Svizzera è però fallito. Il Consiglio degli Stati ha bocciato nel marzo 2009 un'iniziativa parlamentare in tal senso inoltrata dal deputato socialista Carlo Sommaruga.

swissinfo.ch

Svizzeri all'estero

All'estero vivono oltre 670'000 cittadine e cittadini elvetici.

Ogni anno circa 25'000 svizzeri trasferiscono il loro domicilio all'estero.

La maggior parte degli Svizzeri all'estero vive in un Paese europeo.

Secondo quanto previsto dalla Costituzione federale, la promozione e la gestione dei rapporti fra gli svizzeri all'estero e il loro paese d'origine è compito della Confederazione.

L'Organizzazione degli svizzeri all'estero (OSE), costituita nel 1916, difende in svariate maniere gli interessi della cosiddetta Quinta Svizzera.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza