Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Eredità al congresso del Collegamento Svizzero in Italia

La Valsugana con montagne, laghi e le terme di Levico ospita nel fine settimana l'annuale congresso del Collegamento Svizzero in Italia (Fonte: www.unitn.it)

Di diritto di successione in Svizzera ed in Italia si parla sabato a Levico Terme, in provincia di Trento, al 64.mo congresso degli svizzeri in Italia.

L'assemblea annuale dell'associazione mantello che riunisce le 61 organizzazioni degli svizzeri in Italia si svolge nella rinomata stazione turistica e di cure termali di Levico Terme, in Valsugana. Oratore ufficiale del congresso l'avvocato Ugo Guidi che, assieme ad altri esperti fiscalisti e commercialisti, illustrerà campi di applicazione e differenze tra il diritto svizzero e quello italiana in materia di successione.

Interesse generale

Il diritto di successione è un argomento che, bene o male, interessa quasi tutti, come ha affermato a swissinfo il presidente del collegamento svizzero in Italia Robert Engeler: "Il diritto di successione tocca direttamente ognuno di noi presto o tardi nella vita, sia perché ereditiamo sia perché lasciamo un'eredità. Gli svizzeri in Italia si trovano in una situazione legislativa particolare perché possono scegliere tra il diritto italiano e quello svizzero. Per questo è di grande importanza sapere come ci dobbiamo regolare".

All'avvocato Ugo Guidi il compito quindi di spiegare le differenze tra i due diritti di successione e di offrire indicazioni sulla decisione da adottare, per accertare quale diritto di successione si possa applicare, quello del Paese di residenza oppure quello del Paese di cittadinanza. Un'informazione fondamentale per gli svizzeri in Italia, perché sono molti i legali che non hanno conoscenze specialistiche di diritto internazionale da poter offrire la consulenza migliore.

Appuntamento atteso

L'annuale congresso del Collegamento Svizzero in Italia è un appuntamento atteso dalla comunità elvetica, formata da oltre 40 mila compatrioti presenti in tutte le regioni della Penisola. Lo conferma il presidente Engeler: "Il congresso annuale non è solo la riunione dei circoli svizzeri d'Italia; è la riunione degli svizzeri in Italia".

Al congresso di quest'anno non sono presenti, poiché impegnati in manifestazioni concomitanti, l'ambasciatore svizzero in Italia Alexis Lautenberg, il presidente dell'Organizzazione degli svizzeri dell'estero Georg Stucky e nemmeno l'ambasciatore Walter Turnherr, responsabile della sesta Divisione politica del Dipartimento federale degli affari esteri, quella che si occupa appunto degli svizzeri all'estero. I loro rappresentanti sapranno comunque rispondere alle eventuali domande dei partecipanti al congresso di Levico Terme, i quali, in ogni caso, possono incontrare di persona i consoli generali e onorari.

Due anni di preparazione

Allestire il congresso annuale del Collegamento Svizzero in Italia è un lavoro logistico complesso e che richiede tempo. Lo testimonia a swissinfo Rodolfo Menna, presidente del Circolo svizzero del Trentino responsabile dell'organizzazione: "Per il nostro circolo si è trattato di un grande impegno, che si è protratto su un periodo di circa due anni. Devo però dire che trattandosi di un'organizzazione già collaudata, perché siamo alla 64.ma riunione, i partecipanti conoscono bene quello che devono fare e non hanno creato problemi a livello organizzativo. Non abbiamo quindi incontrato difficoltà particolari, grazie anche al presidente del Collegamento Svizzero in Italia Robert Engeler, che ci ha dato una grossa mano".

Il Circolo Svizzero di Trento conta una settantina di iscritti sui 300 connazionali residenti nella regione. L'associazione, fondata 25 anni fa dall'attuale presidente onorario Berta Casagrande, guarda con ottimismo al futuro, come spiega il presidente Menna: "Possiamo sicuramente aumentare gli iscritti rivolgendoci agli svizzeri residenti in Alto Adige. Evidentemente c'è da fare parecchio se vogliamo incrementare questo numero".

Occasione di confronto

Per gli oltre 200 delegati iscritti, il congresso di Levico Terme non significa solo informarsi su argomenti d'interesse generale come il diritto di successione, ma l'occasione pure di incontrare conoscenti e confrontarsi sulle problematiche comuni agli svizzeri residenti in Italia. Lo ribadisce Rodolfo Menna, presidente del Circolo svizzero del Trentino responsabile dell'organizzazione dell'appuntamento di Levico Terme: "Tutti gli svizzeri d'Italia dovrebbero partecipare al congresso annuale del Collegamento. Seguire i lavori congressuali è infatti sempre molto interessante, anche per temi come quello di quest'anno, che ci consente di sapere quale diritto di successione nazionale si applica a noi svizzeri residenti in Italia".

Oltre alla parte congressuale vera e propria, la riunione è suddivisa in una parte ricreativa, con manifestazioni collaterali come la cena di gala sabato sera. Il pranzo di chiusura domenica, al termine dell'escursione comunitaria dedicata alla visita guidata del centro storico di Trento e di Castello del Buonconsiglio, suggellerà la fine del congresso, rinnovando l'appuntamento per gli svizzeri in Italia al 24 maggio del prossimo anno ad Acqui Terme, in provincia di Alessandria, dove si terrà il 65.mo congresso del Collegamento Svizzero in Italia.

Sergio Regazzoni


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza