Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Euro 2008: il conto alla rovescia è iniziato

L'orologio alla stazione di Zurigo inaugurato dalle mascotte di Euro 2008, Flix e Trix

(Keystone)

Mancano ormai esattamente 365 giorni al calcio d'inizio dei Campionati europei di calcio organizzati dalla Svizzera e dall'Austria.

Da giovedì degli orologi giganti installati nelle otto città che ospiteranno le partite hanno iniziato il conto alla rovescia.

«Si tratta di un evento unico e straordinario che accade solo una volta ogni 50 anni», si è rallegrato il presidente dell'Associazione svizzera di football Ralph Zlocover a colloquio con swissinfo ad un anno dall'inizio degli Europei di calcio.

«La gente si ricorda ancora della Coppa del mondo del 1954. Oggi siamo di fronte ad un evento anche più grande, che sono certo si imprimerà nella memoria collettiva», ha aggiunto Zlocover.

Oltre ad augurarsi buone condizioni meteorologiche e una squadra nazionale elvetica in forma smagliante, il patron del calcio svizzero ha ricordato che «è stato un miracolo ottenere questi campionati, ne siamo molto riconoscenti e faremo del nostro meglio perché sia un successo per tutti».

«Spero che questo campionato sia ricordato come un torneo pacifico e piacevole», ha concluso Zlocover.

Countdown in otto città

Per segnare simbolicamente l'avvicinarsi degli Europei, otto città svizzere e austriache hanno avviato un conto alla rovescia digitale.«Tempus fugit», ha dichiarato giovedì a Zurigo il sindaco Elmar Ledergerber inaugurando l'orologio di 5,5 metri di altezza nella hall della stazione centrale di Zurigo.

L'orologio indica i giorni, le ore e i minuti che mancano al calcio d'inizio della prima partita a Basilea, il 7 giugno 2008 alle 18.00.

Altri orologi simili si trovano a Basilea e a Ginevra. A Berna l'orologio sarà allestito solo dopo la votazione del 17 giugno, quando la popolazione della capitale deciderà se partecipare con 5,6 milioni di franchi alle spese legate a Euro 2008.

In Austria, le città di Vienna, Salisburgo e Innsbruck hanno inaugurato gli orologi giovedì. Klagenfurt seguirà l'11 giugno.

Giovedì è stata resa nota anche la lista definitiva delle 17 città che ospiteranno delle arene con uno schermo gigante per ritrasmettere le partite di Euro 2008. Le arene coperte arrivato a ospitare fino a circa 10'000 persone. Il finanziamento è stato assicurato da sponsor privati.

Il cancellliere austriaco in visita a Berna

La presidente della Confederazione Micheline Calmy-Rey ha ricevuto giovedì a Berna il cancelliere austriaco Alfred Gusenbauer, felicitandosi col suo ospite dei progressi fatti nella preparazione di Euro 2008.

Calmy-Rey ha per l'occasione ricordato che sono in corso contatti con Vienna per evitare che i tifosi non cittadini dell'UE debbano chiedere un doppio visto, uno per la Svizzera e uno per l'area Schengen, per assistere agli Europei.

swissinfo e agenzie

Il «Bild» spara a zero

Nella sua edizione di giovedì, il «Bild» ha pesantemente criticato l'organizzazione degli Europei del 2008.

Secondo il più grande giornale popolare tedesco, in Svizzera e Austria regna il caos totale. Gli Europei rischiano di diventare «un campo di battaglia di hooligan», scrive il «Bild», ricordando che le partite del campionato svizzero di calcio sono spesso teatro di disordini.

Inoltre, il quotidiano critica i prezzi dei biglietti, nettamente superiori a quelli praticati nel Mondiale 2006 in Germania. Il biglietto meno caro costerà 65 euro, contro i 35 del Mondiale.

La testata tedesca, infine, sottolinea che le due compagini di casa sono troppo deboli.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.