Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Fallisce il leader mondiale delle facciate

La facciata delle Torri gemelle di Parigi costruita da Schmidlin (foto: schmidlingroup.com)

La filiale svizzera del gruppo Schmidlin, costruttore di facciate per edifici, ha dichiarato fallimento: 747 i licenziamenti, di cui 390 in Svizzera.

Anni di continuo indebitamento hanno condotto la filiale basilese del gruppo internazionale sul lastrico. La holding e la joint-venture di Abu Dhabi non sono tuttavia toccate dal provvedimento.

L'impresa basilese di costruzioni di facciate Schmidlin ha annunciato mercoledì il proprio fallimento. Il presidente del tribunale distrettuale di Basilea Campagna ha aperto la procedura legale, ha indicato l'azienda in una nota.

Le attività del gruppo di Aesch sono state sospese con effetto immediato: il provvedimento colpisce 747 dipendenti, di cui 390 in Svizzera.

La Schmidlin è altamenta indebitata, non dispone più di mezzi liquidi e non ha potuto versare i salari di febbraio, si legge nel comunicato stampa.

Nessun piano sociale

Al momento non esiste alcun piano sociale. Tuttavia i dipendenti della compagnia basilese dovrebbero ottenere in febbraio le indennità d'insolvenza.

Dei 390 dipendenti di Aesch, 168 abitano in Svizzera, 188 in Alsazia e 34 in Germania.

Schmidlin è impegnata attualmente in 32 progetti di facciate in tutto il mondo. Tra gli edifici più noti a cui ha partecipato ricordiamo la Torre della Swiss Re a Londra e l'hotel a 7 stelle Burj al Arab a Dubai (il più grande grattacielo del mondo), attualmente in fase di costruzione.

Errori di calcolo

La ragione del fallimento dell'impresa basilese è da ricercare nelle perdite subite in grandi opere e in errori di calcolo, accertati soltanto in occasione dell'introduzione di un nuovo sistema di contabilità.

In due progetti sono state rilevate perdite impreviste pari a 13 milioni di franchi. La concorrenza sul mercato della costruzione di facciate è inoltre sempre più agguerrita.

Dopo quattro iniezioni di denaro, gli attuali finanziatori non sono però più disposti ad avviare una nuova fase di risanamento.

Le due grandi banche svizzere Credit Suisse e UBS, unitamente alla società di partecipazioni Niantic Trading Amsterdam, avevano di recente immesso nella società circa 100 milioni di franchi.

La holding e Abu Dhabi continuano

A Basilea la produzione è stata sospesa, tuttavia la joint venture di Abu Dhabi continuerà a lavorare. In questo modo alcuni grossi progetti in corso potranno proseguire, scrive l'impresa.

La Schmidlin di Abu Dhabi è inoltre in trattativa con i responsabili tecnici della Schmidlin SA al fine di costituire una nuova società in Svizzera.

Essa dovrebbe permettere di portare avanti l'offerta di servizi e le forniture di prodotti per la Gran Bretagna e altri mercati. Anche la holding non è toccata dalla procedura di fallimento.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Schmidlin, fondata nel 1936, è specializzata nella progettazione, la realizzazione ed il montaggio di facciate per edifici ad alta tecnologia.
La società ha sede a Aesch, nel canton Basilea e possiede filiali e joint-ventures a Londra, Paris, Berlino, Abu Dhabi, Seoul e Mumbai.

Fine della finestrella

In breve

Alcune tra le principali opere realizzata dalla Schmidlin:

- Swiss Re Tower Londra
- Tour Kupka a Parigi
- Sede della televisione francese (TF1) a Parigi
- Stazione-Est di Zurigo
- Edificio Hermes à Tokyo
- Aeroporto di Düsseldorf
- Hotel a 7 stelle Burj al Arab à Dubai

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza