Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Fellini, da Roma a Losanna passando per Sion

Dettaglio del manifesto della retrospettiva

(swissinfo.ch)

Il cineasta italiano, nato a Rimini nel 1920 e morto a Roma nel 1993, rivive oggi a Sion, sede della Fondazione Fellini.

Organizzazione che è largamente all’origine della retrospettiva che propone il Palais de Beaulieu di Losanna.

La Fondazione Fellini è nata a partire dalla vasta collezione di Gérald Morin, per molti anni primo assistente di Fellini ed è stata creata nel 2001 con il sostegno della Lotteria romanda e del Cantone Vallese.

La Fondazione oggi comprende migliaia di documenti, fotografie, disegni, scenografie e girati originali di Federico Fellini, così come di un centinaio di altri registi fra cui Robert Altman, Francesco Rosi, Jean-Jacques Annaud, Richard Donner, Nicolaï Mikhalkov e Jean Luc Godard.

Oltre la metà della collezione riguarda Fellini, con una parte rilevante di carattere museale: dal ciak di « Amarcord » alle scenografie e ai costumi di « La Nave va», passando per innumerevoli locandine, foto e disegni del Maestro.

«La Fondazione è stata creata con vari obiettivi : punta alla conservazione della memoria di Fellini, ma ha anche finalità scientifiche e didattiche», spiega il presidente Stéphane Marti. Ha trovato casa presso il Collegio dei Creusets, «perchè è il luogo che ospita la più grande videoteca della Svizzera romanda».

La retrospettiva

«Un primo itinerario labirintico ospiterà la parte propriamente espositiva, grande 1500 metri quadri, dove si potrà navigare da un film all’altro», racconta Marti. «Un secondo itinerario invece ci riporterà la voce del Maestro, con un’intervista realizzata durante le riprese di «La Nave va». All’ingresso della mostra ci sarà invece una sorta di grande circo, che ci consentirà di immergerci nell’universo felliniano grazie alle locandine di tutti i suoi film».

Ci saranno anche immagini dei personaggi di Fellini e la sala proiezioni dove rivedere molte delle sue pellicole sarà addobbata con immagini fotografiche di grande formato prese sui set.

Infine, la serata Béjart-Roman del 31 ottobre : «Uno splendido regalo», commenta il presidente della Fondazione Fellini.

swissinfo, Bernard Léchot
(traduzione: Serena Tinari)

Retrospettiva Fellini al Palazzo di Beaulieu, Losanna, dal 24 ottobre al 9 novembre.


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×