Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Finalmente «William Tell» visita la Svizzera

L'attore britannico Conrad Phillips con la balestra e l'attore dilettante Thomas Gisler con la mela in bocca

(Keystone)

Moltissimi attori – professionisti ed amatoriali - hanno interpretato Guglielmo Tell, da quando il dramma di Friedrich Schiller fu messo in scena 200 anni fa.

Uno degli interpreti televisivi più conosciuti in tutto il mondo è l’attore britannico Conrad Phillips, che su invito di swissinfo è venuto in Svizzera per la prima volta.

Il 79enne attore riceve ancora posta dagli ammiratori per la sua interpretazione dell’eroe svizzero nella serie televisiva “Le avventure di Guglielmo Tell”, vecchia di 50 anni.

Con la vendita della serie a diverse televisioni in tutto il mondo, il suo tiro con la balestra è stato visto infatti da milioni di telespettatori in diversi paesi.

«Anche oltre la Cortina di ferro», ricorda con orgoglio Phillips, mentre coglie con lo sguardo il suo primo vero paesaggio alpino, la scenografia reale del mito di Tell.

Certo sarebbe stato bello, dice l’attore, se alcune scene fossero state davvero girate sul posto, ma all’epoca la filosofia del produttore era: «Una roccia è una roccia». Così, per risparmiare, le montagne del Nord del Galles si trasformarono nelle Alpi.

Un’immagine fantastica

«The Adventures of William Tell» era un programma per bambini e i personaggi erano tutti piuttosto fantastici, dall’eroe svizzero al cattivo governatore austriaco Gessler.

Gessler era un brutto grassone – il «cattivo» caricaturale per eccellenza di tanti film d’azione.

50 anni dopo, finalmente in Svizzera, Phillips si trova di fronte ad un gruppo di ferventi adepti della leggenda di Tell.

Convinti di essere gli unici depositari della verità su Guglielmo, i guardiani dei luoghi mitici della Svizzera centrale, usano toni e gesti molto forti per non essere fraintesi.

«C’è stato per forza un Guglielmo Tell!», insiste ad esempio Thomas Christen, del museo di Bürglen, il villaggio che secondo la leggenda diede i natali al vendicatore armato di balestra.

«Questo è il posto in cui Tell tese un’imboscata a Gessler!», urla Hans Grossrieder, che si occupa della striscia di foresta conosciuta con il nome di Hohle Gasse.

Phillips, da buon attore, sa quanto sia importante l’attenzione del pubblico, e segue perciò queste esibizioni con rispettoso interesse.

Tell oggi

Phillips resta però sorpreso dallo stile mite di Thomas Gisler, l’attore amatoriale che quest’estate recita Guglielmo Tell nel teatro di Altdorf, la cittadina in cui venne messa in scena per la prima volta l’opera di Schiller nel 1895.

Gisler spiega però su che cosa si basa il suo rifiuto di enfatizzare la figura leggendaria: «Leggendo Schiller si scopre che Guglielmo Tell è un solitario, quasi un egoista, ed è così che lo presentiamo sulla scena. Agisce per difendere la propria famiglia e non ha motivi politici».

L’attore inglese ammette che il suo collega svizzero ha ragione su questo punto: l’adattamento di Altdorf è più fedele a Schiller della serie televisiva britannica.

Lo sceneggiato televisivo cercava di mostrare messaggi semplici, ricorda Phillips, come l’onestà, l’integrità e la lealtà. Qualità tutte personificate da Guglielmo Tell.

«Essere qui mi fa sentire umile nei confronti della storia – riflette l’attore britannico – il peso della leggenda e il fatto che ho contribuito anche in minima parte a tener viva quest’idea, anche se sottoforma di spettacolo di intrattenimento».

«Sentivo che c’era un valore in ciò che facevo, tener vivo quel concetto di Svizzera personificato da Guglielmo Tell».

swissinfo, Dale Bechtel ad Altdorf
(traduzione: Raffaella Rossello)

In breve

Lo sceneggiato televisivo «Le avventure di Guglielmo Tell» fu mandato in onda in Gran Bretagna tra il 1958 e il 1959.

Le scene più famose della leggenda venivano mostrate nel primo episodio.

Negli anni ’80 Conrad Phillips partecipò ad una produzione francese basata liberamente sulla leggenda di Guglielmo Tell.

Per la prima volta quest’anno, su invito di swissinfo, Conrad Phillips ha visitato la Svizzera e i luoghi leggendari di Tell.

Fine della finestrella


Link

×