Sponsor privati non causano problemi solo al Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), al centro di una bufera per il sostegno di 1,8 milioni di franchi dal maggior produttore di tabacco Philip Morris al padiglione svizzero all'Esposizione universale di Dubai.

In passato Japan Tobacco ha sponsorizzato attività culturali del Dipartimento federale dell'interno (DFI) e industrie come RUAG, Pilatus e Swisscom manifestazioni aeronautiche in cui era implicato il Dipartimento della Difesa (DDPS).

All'inizio di luglio, prima della vicenda che ha investito il dicastero di Ignazio Cassis (PLR), la direttrice del DDPS Viola Amherd (PPD) ha ordinato un controllo interno al dipartimento. Lo indica il SonntagsBlick, che ha ottenuto la direttiva, datata 3 luglio. Anche Keystone-ATS ha potuto leggere il documento.

Secondo la consigliera federale, il problema si è aggravato: "Negli ultimi anni le sovvenzioni provenienti da fonti di finanziamento private (sponsorizzazione) hanno acquisito importanza per l'amministrazione pubblica a causa della diminuzione delle risorse budgetarie", indica il documento.

"L'amministrazione pubblica deve assolutamente evitare qualsiasi influenza esterna involontaria nonché l'impressione di essere influenzata. L'accettazione di fondi di sponsorizzazione deve quindi essere soggetta a regole severe". I risultati dell'audit dovrebbero essere disponibili in autunno.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.