Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Fiscalità: ampio divario fra Zugo e Uri

In primo piano il canton Zugo, con le tasse più basse. Sulle montagne all'orizzonte, si è già in zona di tasse alte, nel canton Uri

(swiss-image)

Il cantone di Zugo resta il più vantaggioso dal punto di vista fiscale. All'altro capo della graduatoria, il cantone di Uri, che rimpiazza Obvaldo per le tasse più salate.

La statistica dell'imposizione fiscale in Svizzera è stata pubblicata venerdì dall'Amministrazione federale delle contribuzioni.

Obwaldo non è più il cantone dove si pagano più tasse. Nella classifica degli oneri fiscali cantonali del 2006 è infatti stato superato da Uri. Il Vallese ha fatto ancora meglio, passando dal 24.esimo rango al 17.esimo. Zugo conserva sempre il primo posto di cantone fiscalmene più vantaggioso. Il Ticino conserva la terza posizione e i Grigioni la 19.esima.

Per la prima volta da anni, Obwaldo non è più il cantone dove si pagano più tasse. Il semicantone, la cui politica d'imposta regressiva ha fatto scorrere fiumi d'inchiostro, vede il proprio indice fiscale globale scendere da 155,8 punti nel 2005 a 136 punti nel 2006.

Quest'evoluzione permette comunque a Obwaldo di guadagnare una sola posizione. È seguito da vicino da Uri (137,8 punti), che occupa l'ultima posizione, ossia la 26.esima. È quanto risulta dai dati pubblicati venerdì dal Dipartimento federale delle finanze (DFF).

Imprese e persone fisiche

Se tuttavia si considerano solo le imposte sull'utile netto e sul capitale delle società anonime, Obwaldo si piazza in prima posizione, davanti al canton Zugo. Con un indice di 48,2 punti, il semi-cantone è il più vantaggioso di tutto il paese per le imprese che vi sono insediate. Al contrario, riguarda l'indice per le persone fisiche – 146,5 punti – è il più elevato.

Il Vallese, nel 2005 cantone romando fiscalmente più caro, ha compiuto la maggiore progressione. In un anno il suo indice è infatti sceso da 134,1 a 115,9 punti. Lo stesso non vale però per le imprese, visto che questo cantone l'indice di imposizione più basso di tutta la Svizzera romanda (91 punti).

Sempre nella Svizzera francese, Ginevra rimane il cantone romando meno caro dal punto di vista fiscale. Si piazza infatti al nono posto della classifica nazionale malgrado un leggero aumento del suo indice globale da 95,2 punti a 97. Al contrario di quanto accade nel canton Vallese, l'imposta dovuta dalle società nel canton Vaud è più elevata rispetto a quella a carico delle persone fisiche (127,8 punti contro 89,9 punti).

Anche l'indice globale del canton Vaud, che mantiene la sua 11esima posizione, è aumentato, passando da 102,6 a 107,2 punti. Rimane tuttavia il più vantaggioso dei cantoni romandi.

Zugo sempre primo

Zugo capeggia sempre in cima alla classifica dei paradisi fiscali, con un indice globale di 52,4 punti. L'onere fiscale per le persone fisiche è il più basso del paese e si fissa a 50,3 punti.

Come lo scorso anno, Svitto (indice globale di 68,5 punti) et il Ticino (74,2 punti) occupano rispettivamente il secondo e il terzo posto della classifica. Seguono Nidwaldo, Turgovia e Zurigo, il cui indice globale è inferiore agli 86 punti.

Esistono differenze anche secondo le categorie di redditi. Vaud risulta così globalmente il cantone più interessante del Paese per le persone con un reddito modesto (da 7500 a 80'000 franchi l'anno), seguito da Ginevra e Basilea-Campagna.

Per le persone con un reddito fra 90'000 e 1 milione di franchi è invece più interessante vivere nel canton Zugo o Svitto piuttosto che nel Giura.

swissinfo e agenzie

In breve

L'Amministrazione federale delle contribuzioni pubblica ogni anno una statistica sulle imposizioni.

La statistica indica il carico prodotto dall'imposta federale diretta, dalle tasse cantonali, con tanto di medie e indici.

Il metodo di calcolo resta fisso, ma di anno in anno vengono adattati i coefficienti.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.