Navigation

Giornate di magra per lo sci svizzero

Gli sciatori elvetici non sono riusciti a piazzarsi tra i migliori nemmeno nella seconda discesa disputata sabato a Kvitfjell, in Norvegia. Didier Défago si è classificato all'11esimo rango, mentre Didier Cuche ha dovuto accontentarsi di un 13esimo postoo. Niente da fare neppure per le rappresentanti femminili, impegnate a Ofterschwang, in Germania.

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 marzo 2009 - 13:30

La discesa maschile di sabato è stata vinta dall'austriaco Klaus Kröll, che ha preceduto il connazionale Michael Walchhofer, già secondo nella gara disputata venerdì. Al terzo rango si è piazzato il canadese Manuel Osborne-Paradis, che ha dimostrato di trovarsi a suo agio su questo percorso, dopo la sorprendente vittoria del giorno precedente.

Per gli svizzeri questa spedizione norvegese ha apportato finora soltanto delusioni. Didier Défago, 16esimo venerdì, ha staccato il miglior tempo tra i rossocrocati, non andando però oltre un 11esimo posto. Didier Cuche, 15esimo nella prima discesa, è riuscito a recuperare soltanto due posizioni nella prova di sabato. Tra gli svizzeri, soltanto Tobias Grünenfelder, giunto al 15esimo rango, è inoltre riuscito ad inserirsi nelle prime 20 posizioni.

Per Didier Cuche sembrano ormai sfumate le speranze di aggiudicarsi il trofeo della coppa del mondo. Lo sciatore svizzero non ha potuto approfittare delle due discese norvegesi per raccogliere un buon bottino di punti e avvicinarsi al croato Ivica Kostelic che guida la classifica generale.

Niente da fare neppure per le sciatrici svizzere, impegnate per due giorni a Ofterschwang, in Germania. Venerdì la squadra femminile ha deluso le aspettative nel gigante: la migliore svizzera è stata Fabienne Suter, classificatasi in 10a posizione, mentre Lara Gut è giunta soltanto 26esima. Sabato, come prevedibile, le ragazze svizzere non sono riuscite a fare meglio nello speciale: la migliore elvetica, Denise Feierabend, si è piazzata al 15esimo rango.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?