Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Governo: no a incentivi fiscali per la casa

Niente incentivi fiscali a chi vuole comprare o costruire la casa: è l'orientamento del Consiglio federale, che ha mercoledì ha respinto due iniziative popolari sul risparmio per l'alloggio.

Secondo il governo, i depositi a risparmio fiscalmente agevolati hanno uno scarso effetto e aiutano soltanto una piccola parte delle economie domestiche: meglio quindi promuovere l'accesso alla proprietà come succede attualmente, ossia attraverso la previdenza professionale.

Le due iniziative non sarebbero inoltre compatibili con la parità di trattamento e con la volontà di semplificare il diritto fiscale. Per questi motivi il Consiglio federale invita il parlamento a respingere entrambe le proposte senza elaborare un controprogetto.

La prima iniziativa, intitolata «Accesso alla proprietà grazie al risparmio per l'alloggio», chiede l'introduzione a livello nazionale di un modello che, per al massimo dieci anni, permetta di dedurre dal reddito imponibile il denaro risparmiato per l'acquisto di un alloggio ad uso proprio (10'000 franchi per persona e per anno).

La seconda iniziativa, intitolata «Sicurezza dell'alloggio per i pensionati», mira invece a sostenere i proprietari che hanno rimborsato l'ipoteca e il cui reddito è diminuito da quando hanno lasciato la vita attiva.


Link

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

×