I cinema sotto le stelle sono sempre più numerosi in Svizzera

Grande successo dei cinema all'aperto Keystone

L'estate non è ancora finita e con gli ultimi scampoli di bella stagione ci sono ancora molte località dove si possono vedere film all'aperto. Negli ultimi anni c'è stato un vero boom di open-air che permettono di rivedere i film di maggior successo della stagione appena passata.

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 agosto 2001 - 16:45

Una volta in estate molte sale cinematografiche erano costrette a chiudere in mancanza di clienti. Da qualche anno i gestori e i distributori hanno capito che era meglio sfruttare il bel tempo, invece di augurarsi la pioggia. Quasi ogni città in Svizzera ha ormai un suo cinema sotto le stelle.

La stagione va da maggio a settembre e più che di concorrenza si dovrebbe parlare di salvaguardia del cinema: i drive-in sono stati infatti inventati negli anni 50 proprio per battere la televisione, e gli open-air negli anni 70 hanno dato una mano al cinema minacciato allora dall'avvento delle cassette video.

Molti open-air sono programmati per alcune settimane. 24 giorni di film all'aperto come "Cinema al lago" di Lugano sono comunque un'eccezione, come specifica Franz Bachmann organizzatore di film all'aperto in tutta la Svizzera. Il boom di cinema sotto le stelle che si è verificato negli ultimi anni, ci conferma Franz Bachmann, riguarda spesso rassegne che durano solo pochi giorni, o addirittura una sola proiezione. Ad esempio in occasione della festa di quartiere, in cui si proiettano film per "tutta la famiglia": il che di solito significa film per far star buoni i bambini mentre i genitori si gustano in pace la cena in compagnia.

La programmazione

I film proposti sono spesso gli stessi passati nelle sale negli ultimi 12 mesi. Il pubblico dei cinema all'aperto non è in genere composto di cinefili, ma piuttosto di persone che non vanno spesso al cinema in inverno e che approfittano dell'estate per vedere i film che si erano persi. Ma ci sono anche i cinema all'aperto che offrono un vero programma alternativo ai film di cassetta: gli open-air tematici oppure eclettici, come quelli del cinema Spoutnik di Ginevra e della Cineteca di Losanna.

Per quanto riguarda gli open-air più tradizionali, capita anche che a volte siano in grado di presentare persino film appena usciti, che in genere sono i "blockbuster" estivi, che le maggiori case di produzione decidono di distribuire proprio in estate. È il caso ad esempio di Gladiator e Mission Impossibile 2, usciti in periodo di vacanze l'anno scorso. Quest'anno è la volta di Shrek e Jurassic Park 3.

Rösti-Graben cinematografico?

Anche se piuttosto standard, la programmazione sembra conoscere alcune interessanti variazioni regionali: il film Central Station, che è stato un grosso successo di pubblico in Svizzera tedesca, non è andato bene nella Svizzera Romanda. In Ticino i classici come Casablanca non sono molto richiesti, al contrario della Svizzera tedesca, secondo i dati di Open-air-kino. A Kreuzlingen, sul lago Bodanico, il pubblico non ne vuol sapere di sottotitoli: a 20 chilometri, nella località di Arbon la gente preferisce invece la versione originale e non si lascia scoraggiare dai sottotitoli.

Tra i film più richiesti quest'anno, senza distinzioni geografiche, Billy Elliot, Gladiator, Pane e Tulipani, e Chocolat. In ogni località si cerca inoltre di avere almeno un film per tutta la famiglia, un cartone animato ad esempio.

La meteo giusta

Grazie al tempo, nettamente migliore rispetto all'anno scorso, la stagione dei cinema all'aperto sta andando molto bene. Nonostante le proposte di concerti, teatro e feste popolari siano moltissime in Svizzera, il cinema open-air non risente della concorrenza. La gente vuole soprattutto passare una serata all'aperto, preferibilmente senza maglione, e i cinema sotto le stelle offrono questa possibilità senza dover fare centinaia di chilometri, com'è spesso il caso quando si va ad un concerto.

Tra gli open-air più originali, l'antica piazza d'armi di Moudon trasformata in un drive-in capace di accogliere fino a 200 auto e 700 posti a sedere: per il programma anche qui film che hanno avuto successo nella Svizzera francese. L'anno scorso gli organizzatori dell'open-air de la Broye, questo il nome del drive-in di Moudon, sono riusciti a vendere circa 6000 biglietti, 2000 in più dell'anno precedente, che era anche il primo. Per la terza edizione il drive-in offre quest'anno gruppi musicali locali che durante il fine settimana si esibiscono dopo la proiezione.

Raffaella Rossello

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo