I giovani manager svizzeri vogliono più soldi

I giovani in carriera si sentono solo parzialmente soddisfatti delle condizioni di lavoro Keystone Archive

Un'indagine rivela: i quadri dell'economia si ritengono sottopagati. La carriera e la formazione continua sono altri fattori d'apprezzamento del posto di lavoro.

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 novembre 2001 - 16:46

La metà dei giovani quadri dirigenti svizzeri non è soddisfatta del proprio salario e cambiando lavoro si aspetta un salario del 12 per cento superiore. Secondo uno studio pubblicato sabato, i datori di lavoro più ricercati sono Coca-Cola, Credit Suisse First Boston e IBM.

La ricerca è stata compiuta dalla società di consulenza svedese Universum Communication in collaborazione con Jobwinner, Jobs.ch, Navigas e Topjobs, che pubblicano on line offerte di lavoro.

Secondo gli autori, le molte notizie riportate dai media sugli alti salari dei manager sembrano fare effetto: in base alle risposte di 1678 giovani quadri svizzeri con otto anni di esperienza, uno suo due non è soddisfatto della propria paga.

Anche se i tre quarti degli intervistati si dicono soddisfatti del lavoro attuale, la gran maggioranza di loro sarebbero comunque pronti a cambiare impiego. In tale eventualità si aspettano però un netto aumento della retribuzione.

Ma più di questa, per pianificare la carriera sembrano importare fattori qualitativi come le possibilità di formazione e di una grande esperienza professionale.

Più importante del salario, risulta anche la possibilità di combinare al meglio vita privata e professionale.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo