Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

I giovani stranieri rimangono stranieri

(Keystone)

Popolo e cantoni hanno respinto i due progetti per la naturalizzazione facilitata per gli stranieri della seconda e terza generazione.

Anche l’iniziativa a salvaguardia del servizio postale non ce l’ha fatta. Solo l’assicurazione maternità ha superato lo scoglio delle urne. Si conferma la divisione fra Svizzeri tedeschi e francofoni.

Niente da fare per i due decreti governativi relativi alla naturalizzazione agevolata degli stranieri della seconda e terza generazione. Le proiezioni di SSR Idée Suisse elaborate dall'istituto Gfs di Berna, trovano conferma nei risultati definitivi: la naturalizzazione dei «secondos» risulta bocciata dal 55% degli elettori. Il secondo decreto, riservato alla terza generazione, verrebbe respinto di misura, con il 50,8% dei votanti.

Sì invece all'assicurazione maternità (55%), mentre l'iniziativa sulla posta raccoglierebbe il 51% di no, ma il risultato rimane incerto. Alta la partecipazione, che oscilla attorno al 53%.

Doppie maggioranze

La revisione del diritto alla naturalizzazione comporta delle modifiche costituzionali, è dunque necessaria la maggioranza sia del popolo che dei cantoni. Hanno respinto le due proposte ben 10 cantoni e 4 semicantoni su un totale di 26.

I due oggetti sono stati respinti da tutti i cantoni svizzero-tedeschi, tranne Basilea Città. A questi si è aggiunto anche il no del Ticino. Hanno detto sì ai due decreti Ginevra, Vaud, Neuchatel, Giura, Basilea Città e Friburgo.

Stesso destino è toccato all’iniziativa popolare «Posta per tutti». Malgrado la differenza di voti fra sostenitori e oppositori sia minima, il risultato definitivo è inappellabile: il 50,2% dei cittadini l'ha respinta. Solo in dieci cantoni su 26 c'è stata una maggioranza.

Ha raggiunto il traguardo invece l’assicurazione maternità. Inserito dallo stesso popolo nella Costituzione federale nel 1945, il principio di un sostegno pubblico alle famiglie nelle prime settimane dalla nascita di un figlio diventa realtà. Sarà comunque riservata alle donne che lavorano.

Ritorna il “Röstigraben”

La differenza politica fra Svizzera romanda e Svizzera tedesca, già evidenziata con i primi risultati nel pomeriggio, si conferma dunque. Più sociali, e più attenti all’integrazione degli stranieri si dimostrano i francofoni, mentre gli svizzero-tedeschi si confermano più reticenti.

Al risultato ha contribuito, affermano i commentatori, la dura campagna dell’Unione democratica di centro.

swissinfo

In breve

I cittadini svizzeri si sono espressi su quattro temi:

1. Naturalizzazione facilitata per gli stranieri di seconda generazione.

2. Naturalizzazione automatica per gli stranieri di terza generazione.

3. Iniziativa popolare “Servizi postali per tutti”.

4. Modifica della legge sulle indennità di perdita di guadagno (per chi presta servizio ed in caso di maternità).

Fine della finestrella


Link

×