Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Il Basilea scende in campo

Sostenuta da un pubblico in visibilio, la squadra può partire per la nuova sfida

(Keystone)

Sale la «febbre» a Basilea per l'esordio in Champions League dei campioni svizzeri diretti da Gross. Primo avversario dei renani è lo Spartak Mosca.

Altri svizzeri in campo: Johann Vogel (PSV Eindhoven), Stéphane Henchoz (Liverpool) e Patrick Müller (Lione).

Inizia l'avventura europea per la squadra di Basilea. Murat Yakin, senza dubbio il giocatore più esperto dei renani, mira molto in alto. Il suo obiettivo è infatti quello di raggiungere due vittorie in casa.

«Con la spinta del pubblico si possono ottenere due vittorie casalinghe - ha detto il più anziano dei fratelli Yakin - che ci proietterebbero in una buona posizione di classifica».

Ventisette mila franchi

Per stimolare ulteriormente la carica dei giocatori c'è anche l'interesse materiale. Ogni giocatore basilese riceverà novemila franchi per ogni punto conquistato sul campo.

Nel caso in cui i campioni svizzeri dovessero imporsi nel primo appuntamento con lo Spartak Mosca (previsto per martedì alle 20.45), ecco uno chèque di 27 mila franchi ciascuno.

Tra Owen ed Aimar

Ma scopriamo più da vicino i prossimi avversari del Basilea: il Valencia è il campione spagnolo in carica e quindi significa che ha battuto il Real Madrid (di Zidane, Figo, Roberto Carlos e Raul) nella scorsa edizione della Liga.

L'ambiente che si respira al «Mestalla» è davvero unico e il club valenziano può contare su un budget stellare: 140 milioni di franchi.

Il Basilea di Gross, a titolo di paragone, ha un tetto di spesa massimo che si aggira sui 25 milioni di franchi svizzeri (ed è ovviamente il più ricco in Svizzera).

Budget stellari

Il Liverpool - nel quale milita anche lo svizzero Stéphane Henchoz - può contare su giocatori del calibro di Heskey o Michael Owen, già Pallone d'Oro e su uno stadio - l'Anfield Road - davvero «mitico».

Lo Spartak Mosca (campione nazionale) è club ricco di tradizione: in campionato ha preceduto in volata la Dinamo Kiev (inserita nel gruppo E con Juventus, Feyenord e Newcastle) ed i cugini del Lokomotiv, finiti nel Gruppo H con Barcellona, Galatasaray e Bruges.

St. Jakob esaurito

Spartak Mosca, Liverpool e Valencia troveranno un clima gasato al St. Jakob Park. In poche ore infatti sono stati venduti tutti i biglietti per i tre match casalinghi.

La "multinazionale" Basilea, voluta e plasmata da Christian Gross dopo la vittoria del campionato, è seguita da un cantone intero, non solo dai fans, ma anche dagli sponsor.

Soldi in parte raccolti grazie a sponsor "autoctoni" come Basler Versicherungen, Basler Zeitung, Messe Basel, Radio Basilisk ad altri "prestigiosi" come Nike, Toyota, Swiss Airlines, Manor, Radisson, Sarasin Group, Diners Card, UBS e Novartis.

Champions svizzera

Oltre al Basilea, vi sono altre tre giocatori rossocrociati nella Champions League 2002-2003: Johann Vogel, Stephane Henchoz e Patrick Müller.

Derby svizzero

Johann Vogel ed il PSV Eindhoven non avranno vita facile nel Gruppo A, definito girone di «ferro». Con gli olandesi anche i campioni inglesi dell'Arsenal, il Borussia Dortmund e l'Auxerre.

In questo gruppo vi sarà quindi il derby tra svizzeri con Henchoz nel PSV e Grichting nell'Auxerre. Vincerà l'ex cavalletta oppure l'ex vallesano?

Henchoz invece sfiderà il Basilea con il suo Liverpool, alla seconda giornata, nella spettacolare cornice dell'Anfield Road.

Il neocastellano dovrà vedersela con la coppia d'attacco argentina del Basilea: i gemelli del gol Rossi e Gimenez promettono di fargli vedere i sorci verdi.

Patrick Müller e il Lione sono inseriti nel Gruppo D con Inter, Ajax Amsterdam e Rosenborg. I francesi lotteranno - presumibilmente - con olandesi e norvegesi per accedere al secondo turno.

Filippo Frizzi


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.