Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Il circo bianco riprende le competizioni in Finlandia

Silvan Zurbriggen (a sinistra) e Olivier Brand durante gli allenamenti

(Keystone)

Dieci mesi dopo le tre medaglie strappate alle Olimpiadi invernali di Torino, la squadra svizzera di sci inizia la nuova stagione con legittime ambizioni di successo.

Anche quest'anno, gli sciatori e le sciatrici dovrebbero mettersi in evidenza soprattutto nelle discipline più veloci. Tra gli obbiettivi, i Campionati del mondo di Are in Svezia, in febbraio.

Quest'anno, la stagione della Coppa del mondo di sci riprende in Finlandia, dove sono in programma nei prossimi giorni uno slalom speciale maschile e uno slalom speciale femminile.

Le gare di gigante maschile e femminile, che si svolgono generalmente a fine ottobre sul ghiacciaio di Sölden, sono state annullate in seguito a piogge abbondanti e a temperature troppo elevate.

È la prima volta dal 1993 che la stazione sciistica austriaca si è vista costretta a rinunciare all'apertura della Coppa del mondo.

"È ora di cominciare. Ci siamo allenati intensamente sui ghiacciai ed ora siamo pronti a dar battaglia", ha dichiarato a swissinfo Martin Rufener, allenatore della squadra maschile.

Il Tallone di Achille

Le prime gare non sono quindi quelle che si prestano maggiormente per permettere ai colori svizzeri di brillare. Lo slalom speciale rappresenta infatti da molti anni un vero e proprio Tallone d'Achille per la selezione elvetica.

Dopo il ritiro di Sonja Naef, per le donne scendono sulle piste quattro neofite: Rabea Grand, Jessica Pünchera, Aïta Camastral e Sandra Gini. Il loro obbiettivo è di riuscire perlomeno a qualificarsi tra le 30 migliori in alcune gare per poter partecipare alla seconda prova.

Per quanto riguarda gli uomini, Daniel Albrecht, Marc Berthod e Marc Gini sperano di mettere in risalto le loro capacità e di ritrovare il loro leader, Silvan Zurbriggen, in piena forma.

Il vallesano, medaglia d'argento nello slalom ai mondiali del 2003 di San Moritz, stenta da tempo a risalire ai livelli più alti. L'ultimo successo di uno svizzero in una gara di slalom della Coppa del mondo risale al 1999, quando Didier Plaschy si era imposto a Kranjska Gora.

I punti forti

Anche quest'anno, la selezione svizzera dovrebbe cogliere maggiori soddisfazioni nelle discipline di velocità, a cominciare dalla discesa e dal super-G.

La squadra maschile dispone di quattro atleti di grande esperienza, Bruno Kernen, Ambrosi Hoffmann, Didier Défago e Didier Cuche. I primi due hanno vinto una medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Torino (rispettivamente discesa e super-G).

Didier Cuche è stato invece l'ultimo sciatore svizzero ad essersi imposto in una gara di Coppa del mondo, nel 2004, sulla pista tedesca di Garmisch.

"La squadra è forte e molto compatta", sottolinea Martin Rufener. "Per questa stagione il nostro obbiettivo minimo è una vittoria in Coppa del mondo".

Obbiettivo numero uno

"Vogliamo inoltre progredire in tutte le discipline, preparandoci al meglio per la sfida più grande di questa stagione, ossia i campionati del mondo di Are in Svezia nel febbraio prossimo", prosegue l'allenatore svizzero.

Anche tra le donne vi sono alcune sciatrici in grado di salire su un podio. Fränzi Aufdenblatten, Sylviane Berthod, Catherine Borghi e la medaglia d'argento dei Giochi olimpici di Torino, Martina Schild, puntano innanzitutto sulla discesa.

Nadia Styger figura sicuramente tra le migliori del super-G. Nel corso dell'ultima stagione è riuscita a conquistare due successi, ad Aspen e a Hafjell.

swissinfo Mathias Froidevaux
(traduzione Armando Mombelli)

Sci alpino

Quest'anno la Coppa del mondo di sci alpino debutta le sue gare questo fine settimana a Levi, in Finlandia, con uno slalom speciale maschile ed uno femminile.

La delegazione svizzera, formata da 23 sciatori (12 donne e 11 uomini) si allenerà in seguito a Nakiska, in Canada, per preparare le competizioni in programma ad Aspen, Lake Louise e Baeaver Creek.

Dopo queste prove, disputate sulle nevi nordamericane, la sfida riprende in Europa. In Svizzera il circo bianco è atteso ad Adelboden, Wengen e San Moritz.

Fine della finestrella

Snowboard e sci nordico

La stagione di snowboard è iniziata normalmente sul ghiacciaio di Sölden. Gli svizzeri, che avevano strappato 4 medaglia alle Olimpiadi di Torino, si sono già messi in evidenza, con i successi conquistati da Simon Schoch per gli uomini e Fränzi Kohli per le donne.

Il prossimo mese di gennaio la Svizzera accoglierà per la prima volta la Coppa del mondo di snowboard. Le gare si svolgeranno ad Arosa, nel canton Grigioni.

Per quanto riguarda lo sci nordico (sci di fondo, biathlon e salto con gli sci), le speranze elvetiche vengono riposte soprattutto nel salto con gli sci. I campionati mondiali avranno luogo a Sapporo, in Giappone.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×