Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Il festival di Locarno si presenta a Berlino

Il Pardo si fa vivo a Berlino.

(Pardo)

Le novità principali della prossima edizione presentate da Marco Solari e Irene Bignardi in occasione del festival del film di Berlino.

Ospiti nella residenza dell'ambasciatore Thomas Borer il presidente e la direttrice hanno fatto il punto della manifestazione cinematografica più importante del nostro paese. Locarno si dota di nuovi spazi: all'auditorio Fevi (3200 posti) vengono aggiunte "La Sala" (960 posti) e "L'altra Sala" (500 posti), cinema collegati diagonalmente al Fevi tramite il centro d'incontro "Forum".

Contenitori e contenuti nuovi

Come ha spiegato il presidente Marco Solari, il "Forum" non è soltanto uno spazio di lavoro e di distensione ma anche un modo per presentare l'arte del cinema sotto punti di vista diversi. Un progetto dal titolo "In Progress" propone ad esempio di esplorare i confini tra il cinema e l'arte.

Per il primo anno Harald Szeeman, l'eclettico museografo e direttore della Biennale di Venezia, (nonché presidente dell'associazione MonteCinemaVerità di Locarno) si occuperà di video installazioni per gli spazi del Forum. Ma il cinema verrà esplorato non solo nei suoi aspetti visuali: gli spazi del Forum serviranno anche per incontri con scrittori, registi e sceneggiatori.

Le retrospettive della 55esima edizione

È toccato alla direttrice Irene Bignardi presentare le prime novità della programmazione di quest'anno. La prima retrospettiva "Indian Summer" (una trentina di film) valorizzerà il cinema indiano degli ultimi 25 anni; una scelta quasi obbligata dopo il successo ottenuto l'anno scorso sulla Piazza Grande del film "Lagaan" di Ashutosh Gowariker.

La seconda retrospettiva sarà invece dedicata al regista canadese Allan Dwan, uno dei maestri del cinema popolare americano. Dwan ha girato qualcosa come 600 film dal 1910 fino agli anni 60 e ha dato la notorietà a star del cinema hollywoodiano come Douglas Fairbanks e Gloria Swanson. Tra i film di Dwan anche una versione kitsch di "Heidi" realizzata nel 1937.

Per il resto della programmazione del festival bisognerà ancora aspettare. Dato che Locarno è da quest'anno entrato ufficialmente a far parte della categoria dei concorsi internazionali non specializzati (come Venezia e Cannes) si possono comunque prevedere altre novità da qui all'inizio della manifestazione, che si svolgerà dal 1 all'11 agosto.

Raffaella Rossello

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.