Navigation

Il Museo dei trasporti tra i vincitori del "Möbius Multimedia" 2001

Il prestigioso premio dedicato alla multimedialità è stato attribuito al Palacongressi di Lugano E' dedicato alla multimedialità il prestigioso premio

Il sito internet del museo lucernese conquista un "Nastro d'oro" alla competizione indetta dalla Città di Lugano e dalla RTSI, che premia i migliori prodotti multimediali in lingua italiana di recente realizzazione. In tutto sono stati attribuiti 6 riconoscimenti.

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 maggio 2001 - 12:01

Si è conclusa con una premiazione al Palacongressi di Lugano la quinta edizione del premio "Möbius Multimedia Città di Lugano", All'importante "vetrina" ticinese, sponsorizzata dalla città e dalla RTSI, si sono presentate numerose realtà editoriali di tutta Italia, accanto a qualche rappresentante svizzero.

Sui 36 finalisti designati in aprile, la giuria ha assegnato sei "Nastri d'oro": tre per la categoria CD- e DVD-Rom e tre per quella riservata ai siti web, ammessa alla competizione solo dall'anno scorso. Proprio in questo ambito si è affermato il Museo svizzero dei trasporti, il cui sito internet in lingua italiana è risultato il migliore nel settore "musei" per grafica, interattività effettiva e qualità dei contenuti.

Gli altri due siti vincitori sono quelli realizzati dall'Università degli Studi di Bologna (settore "università") e dalla Biblioteca Nazionale centrale di Roma (settore "biblioteche"). I CD- e DVD-Rom premiati sono invece l'Enciclopedia dell'universo "Galactica", della Oogo Srl (settore "educazione e formazione permanente"), l'Atlante interattivo di dermoscopia della EDRA Srl ("scienza, tecnica e medicina") e il DVD "Omnia Arte" della De Agostini Multimedia (per "cultura, arti e lettere").

La giuria, presieduta da Giuseppe Richeri, professore all'Università della Svizzera Italiana (USI), ha assegnato anche due premi speciali: uno al CD-Rom "Congress" della Memoria Verticale Srl, e una menzione speciale al sito web della Biblioteca Angelo Mai di Bologna.

All'inizio di novembre i vincitori parteciperanno alla finalissima, il "Prix Möbius International" della Comunità Europea, in qualità di rappresentanti esclusivi dell'area linguistica italiana. Quest'anno, per la prima volta, il "Möbius International" migrerà dalla sua città originaria, Parigi, verso Pechino, dove si affronteranno i prodotti designati da 18 comitati di preselezione a livello internazionale.

Alessandra Zumthor

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

In conformità con gli standard di JTI

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?