Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Il Nobel per la chimica a uno svizzero

Il neo laureato premio Nobel per la chimica, Kurt Wüthrich, nel suo laboratorio

(Keystone)

Il premio Nobel per la chimica è stato assegnato allo svizzero Kurt Wüthrich, nonché all'amerciano John Fenn e al giapponese Koichi Tanaka.

L'ambito riconoscimento premia il loro contributo allo sviluppo di metodi di analisi di macromolecole biologiche.

A Wütrich il premio è assegnato per il suo sviluppo della spettroscopia della risonanza magnetica nucleare (NMR), che permette di determinare la struttura tridimensionale delle macromolecole biologiche in soluzione.

Kurt Wüthrich, 64 anni, dirige l'Istituto di biologia molecolare e biofisica al Politecnico federale di Zurigo (PFZ) ed è professore allo Scripps Research Institute di La Jolla, in California. È in particolare conosciuto per la ricerca sui prioni e sulle malattie della vacca pazza e di Creutzfeld-Jacob che colpisce l'uomo.

Con i suoi lavori, all'inizio degli anni 80 Wütrich ha reso possibile l'impiego del MNR sulle proteine. In particolare, lo scienziato svizzero ha sviluppato un metodo generale per la determinazione sistematica di certi punti fissi nelle molecole delle proteine. D'altro canto, ha stabilito un principio per calcolarne la struttura tridimensionale.

Il vantaggio della risonanza magnetica nucleare sta nel fatto che si possono studiare le proteine in soluzione, vale a dire in condizioni che assomigliano a quelle che si verificano all'interno delle cellule.

La possibilità di analizzare in dettaglio le proteine, riproducendole in soluzione nella loro forma tridimensionale, viene considerata essenziale per una migliore comprensione del processo vitale. Questi procedimenti hanno tra l'altro rivoluzionato lo sviluppo di nuovi medicamenti.

Premio di 1,5 milioni di franchi

Il più prestigioso premio per la chimica è complessivamente dotato, quest'anno, di 1,5 milioni di franchi, di cui lo svizzero Wütrich riceverà la metà.

La seconda metà andrà divisa tra i due altri scienziati, premiati per lo sviluppo di metodi di ionizzazione dolce per l'analisi con spettrometria di massa delle macromolecole biologiche.

La consegna dei premi Nobel verrà effettuata, come vuole la tradizione, il 10 dicembre, anniversario della morte del fondatore del premio, Alfred Nobel.

Wüthrich sorpreso e felicissimo

L'assegnazione del premio Nobel per la chimica sarebbe potuta avvenire in un momento migliore, ha detto lo stesso ricercatore in una prima reazione a caldo.

«Sto per creare un nuovo laboratorio negli Usa, dato che tra un anno devo interrompere la mia attività in Svizzera», ha detto Wüthrich. «Il denaro del premio faciliterà il nuovo avvio».

Lo scienziato svizzero ha affermato di non aspettarsi il riconoscimento, pur se sperava di riceverlo, come ha detto ai microfoni della televisione svizzero-tedesca SF DRS, esprimendo sorpresa e grandissima soddisfazione.

swissinfo


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×