In attesa dei fondi, Crossair ha un piano di volo

Pronta a volare, se economia e politica forniscono i fondi Keystone Archive

La nuova compagnia aerea servirà 37 destinazioni intercontinentali, se si troveranno i 4 miliardi di franchi necessari. Tagli allo scalo di Agno.

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 ottobre 2001 - 17:52

I negoziati proseguono

La Confederazione e gli ambienti dell'economia hanno riaffermato venerdì la loro fiducia in una possibile soluzione per il finanziamento di una nuova compagnia aerea intercontinentale elvetica. La ripartizione del finanziamento continua tuttavia a costituire un problema ancora irrisolto.

I negoziati proseguiranno durante il fine settimana. Al tavolo delle trattative si troveranno, di fronte ai rappresentanti dell'economia, il presidente della Confederazione e ministro dei trasporti Moritz Leuenberger, il ministro delle finanze Kaspar Villiger e il ministro dell'economia Pascal Couchepin. Secondo il DFF non sono da attendersi decisioni prima di lunedì.

Destinazioni intercontinentali in 26 paesi

Malgrado il finanziamento della nuova aviolinea non sia ancora stato definito, non si poteva differire la pubblicazione dell'orario invernale. Le compagnie che non vi provvedono a tempo debito non sono infatti considerate dai sistemi internazionali di prenotazione, indica la Crossair in una nota.

Il piano di volo provvisorio è stato comunicato alle agenzie di viaggi. È ora possibile prenotare biglietti su tale base, valevoli dal 29 ottobre, ha detto venerdì all'ats Andreas Schwander, portavoce di Crossair, confermando l'informazione pubblicata dal quotidiano «Le Matin».

L'orario definitivo non potrà però essere pubblicato prima di lunedì, giorno in cui sarà svelato il piano di finanziamento della nuova compagnia.

Praticamente tutti i voli intercontinentali partiranno da Kloten. Dall'aeroporto zurighese partiranno velivoli per 37 destinazioni intercontinentali in 26 paesi. Tra le località stralciate dal programma di volo ci sono San Francisco, Atlanta, Osaka, Kuala Lumpur, Beirut ed Abidjan.

Il piano prevede il mantenimento dell'unico collegamento intercontinentale in partenza da Ginevra. Da Cointrin sono previsti sette voli la settimana diretti all'aeroporto Kennedy di New York.

Per quanto riguarda i voli europei, la nuova compagnia servirà 75 città in 33 paesi. Di queste 65 saranno garantite da Crossair, 10 da Swissair. La maggior parte dei collegamenti partirà da Zurigo. Ginevra servirà 18 destinazioni e da Basilea Mulhouse partiranno velivoli per 32 città. Inoltre sono proposti viaggi da Berna, Lugano e Sion. Secondo l'orario, i voli interni saranno 97 alla settimana.

Le ripercussioni per Agno

I piani di volo della nuova compagnia aerea svizzera avranno ripercussioni anche sull'aeroporto di Lugano/Agno. L'orario invernale, ancora in fase di verifica, comporta una riduzione di alcune frequenze da e per Lugano. Il progetto prevede la soppressione di due voli giornalieri sul mezzogiorno per Zurigo, su un totale di sei, e la cancellazione di un collegamento pomeridiano per Basilea, su un totale di quattro al giorno.

Secondo la compagnia, «il taglio di tre voli, su una media di 34 movimenti giornalieri, non pregiudica l'attività di Lugano Airport, che mantiene connessioni ideali con gli hub di Zurigo e Basilea».

Lugano continuerà ad offrire tutte le attuali destinazioni: oltre ai voli con Zurigo e Basilea, saranno mantenuti i collegamenti Berna/Parigi, Ginevra e Roma, nonché tutti i voli di corrispondenza della rete Crossair/Swissair con l'Europa e il resto del mondo.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo