Lavorare in Svizzera

In Svizzera i salari non sono così elevati come sembrano

Se siete un banchiere, un alto funzionario o un Ceo straniero in Svizzera, vivete sicuramente in modo agiato con uno stipendio a sei o sette cifre. Molti altri dispongono di salari che all’estero potrebbero apparire elevati, ma in Svizzera non è necessariamente così.

Paula Troxler (illustrazione)

Con un salario medio di 6'538 franchi al mese, non c'è da stupirsi che la Svizzera sia considerata uno dei luoghi di lavoro più interessanti. Gli stipendi medi in molte professioni sono più alti che in altri paesi. Ad esempio, una maestra d'asilo in Svizzera guadagna circa 4'900 franchi, mentre negli Stati uniti deve accontentarsi di circa 2'400 franchi.

Un venditore guadagna circa 4'400 franchi e un muratore qualificato con oltre quattro anni di esperienza 5'500 franchi. In altri paesi, questi posti di lavoro sono retribuiti con poco più del salario minimo. Ma se i redditi sono alti in Svizzera, lo sono anche le spese.

Quando si detraggono i contributi obbligatori (per la cassa pensioni e le assicurazioni contro la disoccupazione o gli infortuni) e l'affitto, il salario non sembra più così abbondante. E a differenza di quanto avviene in molti altri paesi, in Svizzera le imposte e l'assicurazione malattie non vengono automaticamente detratte dal salario.

Se si aggiungono i costi di trasporto, che rappresentano in media l'8% del reddito lordo, alcuni dei servizi di assistenza all'infanzia più cari al mondo e tutta una serie di prodotti costosi (a cominciare dai generi alimentari) che fanno della Svizzera un'"isola dai prezzi elevati", allora lo stipendio sembra ancora più basso.

Le statistiche ufficiali mostrano che le economie domestiche con un reddito mensile lordo inferiore a 5'000 franchi non possono risparmiare denaro. La stagnazione dei salari, mentre il costo della vita continua ad aumentare, è un fenomeno preoccupante. Le conseguenze sono particolarmente gravi per i lavoratori a basso reddito, che occupano circa 320’000 impieghi, ovvero circa il 12% della popolazione attiva.

"I premi dell'assicurazione contro le malattie e gli affitti sono in aumento, mentre i salari aumentano solo moderatamente. Per questo motivo i tempi sono difficili per la classe medio-bassa in Svizzera", spiega il professor Robert Fluder dell'Università di Berna.

Le donne e gli immigrati sono più frequentemente impiegati in lavori scarsamente retribuiti. Le ultime statistiche mostrano che la metà di tutti i posti di lavoro scarsamente retribuiti sono occupati da residenti stranieri.

In un paese ricco come la Svizzera, le persone a basso reddito sono spesso costrette a spendere molto più del necessario, ciò che rende la vita piuttosto difficile. Anche le persone con un reddito medio-basso rischiano di scivolare giù per la scala sociale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo