Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

In Svizzera si beve sempre meno vino

L'introduzione della regola del 0,5 per mille ha fatto aumentare l'offerta di vino in bicchiere

(Keystone)

Nel 2006 sono stati venduti in Svizzera 2,7 milioni di ettolitri di vino, il 2,5% in meno rispetto all'anno prima. Il calo è stato più marcato per i vini di produzione elvetica.

Una delle ragioni è la riduzione del tasso di alcolemia consentito al volante. La diminuzione del consumo di vino è però un fenomeno constatato un po' dappertutto.

Il calo del consumo concerne sia i vini svizzeri (-4%) che quelli stranieri (-1,6%). In dettaglio, le statistiche contenute nel rapporto "L'anno vinicolo 2006" pubblicato giovedì indicano che lo scorso anno sono stati consumati 509'000 ettolitri di vino bianco svizzero, 512 ettolitri di vino rosso indigeno e 1,68 milioni di vini esteri.

Il fenomeno, secondo Christophe Venetz, responsabile marketing dell'associazione vitigni e vino Vallese non tocca solo la Confederazione: "In tutti paesi dove tradizionalmente si consuma del vino si registra questo calo", precisa.

Secondo lui fra le cause principali di questa diminuzione si deve annoverare innanzitutto l'influenza della norma che fissa il tasso di alcolemia tollerato per conducenti di automobili allo 0,5 per mille: "Il consumatore beve meno fuori dal suo domicilio. I ristoratori hanno avuto una reazione intelligente aumentando l'offerta di vino in bicchiere", ha detto a swissinfo.

Riguardo il tipo di vino consumato Venetz fa notare che gli svizzeri bevono sempre meno vino da tavola, preferendogli un vino di qualità superiore. Anche per i viticoltori concentrare la propria produzione sui vini migliori risulta un buon affare: "Il consumatore è pronto a pagare di più per un vino di grande qualità", afferma.

Vitigni e vendemmia

Il vitigno maggiormente coltivato nella Confederazione è il pinot noir (4490 ettari), fa sapere in un comunicato l'Ufficio federale dell'agricoltura. Il chasselas occupa la seconda posizione con 4265 ettari.

Per quanto riguarda i nuovi impianti la preferenza è andata ancora ai vitigni rossi Gamaret, Merlot e Garanoir. La produzione 2006 è stata pari a 1,01 milioni di ettolitri, l'1% in più rispetto al 2005.

Con 1.011 milioni di ettolitri, il quantitativo di uve raccolte nel 2006 è stato esiguo. Rispetto all'anno precedente si segnala un incremento pari solo all'1% (+9'719 ettolitri). I quantitativi di uve bianche e rosse vendemmiati ammontano rispettivamente al 47% e al 53%.

swissinfo e agenzie

Le principali regioni viticole svizzere

Il canton Vallese è la principale regione viticola in Svizzera. Nel 2006 la superficia viticola era di 5'136 ettari.

In seconda posizione vi è il canton Vaud, con 3'851 ettari, e in terza Ginevra, con 1'288 ettari.

Seguono Ticino (1'036), Zurigo (619), Neuchâtel (596) e Sciaffusa (472).

Fine della finestrella

Vini importati

Tra i vini prodotti all'estero, quelli italiani e francesi rimangono i preferiti degli svizzeri. Nel 2006 il consumo è ammontato a più di 600'000 e rispettivamente a più di 500'000 ettolitri.

I vini spagnoli (300'000 ettolitri) sono pure particolarmente apprezzati.

In quarta posizione seguono i vini statunitensi, con 50'000 ettolitri e poi via via quelli portoghesi, australiani, tedeschi, cileni e sudafricani.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.