Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Joseph Deiss invita l'India al rispetto delle minoranze

Il ministro degli esteri svizzero Joseph Deiss ha invitato il suo omologo indiano Jaswant Singh a trovare una soluzione pacifica del conflitto indo-pachistano

(Keystone)

Prosegue il viaggio in Asia del capo della diplomazia elvetica che dopo le visite in Afghanistan, Pakistan ed in Bhutan è da domenica in India.

Joseph Deiss ha chiesto all'India il rispetto delle minoranze, incontrando lunedì a New Delhi il ministro degli esteri Jaswant Singh. L'invito del capo della diplomazia elvetica è giunto dopo la recrudescenza delle violenze quotidiane che oppongono indù e musulmani nello Stato del Gujarat. Soltanto domenica sono state uccise quattordici persone.

Il conflitto indo-pachistano

Il capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), giunto domenica nella capitale indiana, si è peraltro espresso per una soluzione pacifica del conflitto indo-pachistano nel Kashmir che da anni oppone i due Paesi confinanti. Un'analoga richiesta era già stata formulata dal ministro svizzero durante la sua visita recente in Pakistan.

Joseph Deiss ha comunque tenuto a precisare che un maggiore impegno della Svizzera su questo tema sensibile non è in programma. Ripetutamente New Delhi ha già fatto chiaramente capire di non auspicare una mediazione internazionale

Il mercato indiano

Oltre al capo della diplomazia indiana, il capo del DFAE ha avuto colloqui con il ministro dell'interno Lal Krishna Advani e con il capo dell'opposizione Manmohan Singh.

Il consigliere federale ha anche sollevato questioni prettamente economiche, chiedendo un migliore accesso al mercato indiano dei prodotti svizzeri. Deiss ha ricordato che tali prodotti sono tuttora gravati da dazi doganali eccessivi. In precedenza il ministro elvetico aveva incontrato una nutrita delegazione di imprenditori svizzeri.

La Svizzera è il dodicesimo investitore straniero in India. Il valore globale dell'interscambio commerciale fra i due Paesi raggiunge il miliardo di franchi, ricorda il Segretariato di Stato dell'economia (Seco).

L'India è l'ultima tappa del viaggio in Asia di una settimana di Joseph Deiss. Il capo del DFAE si è già recato in Afghanistan, Pakistan e Bhutan. Il suo rientro in Svizzera è in programma mercoledì.

swissinfo e agenzie


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza