Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

L’acqua, in tutte le sue sfaccettature

Mille colori per rendere simpatici gli idranti (foto: aqua-bulle)

Onore all'acqua in una manifestazione ad essa interamente dedicata nel canton Friborgo.

Il Salone Aqua di Bulle, ha messo in evidenza l'importanza e i molteplici utilizzi della risorsa naturale ed ha offerto ai professionisti del settore idrico una piattaforma di discussione.

«Acqua, fonte di vita»: con questo titolo, l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) ha dato il via ufficialmente, lo scorso 22 marzo, al decennio internazionale dedicato al prezioso liquido.

Il tema è sempre più d’attualità. Ogni giorno, milioni di persone che vivono in Paesi colpiti dalla siccità soffrono per l'approvvigionamento insufficiente o muoiono a causa di malattie di origine idrica. La questione «acqua» concerne però l’intera popolazione mondiale. Inquinamento e riscaldamento climatico rischiano infatti di generalizzare la penuria.

La Svizzera, Paese ricco di fonti d’acqua, non sfugge certo al problema. Basti pensare che, fra il 1985 e il 2000, i ghiacciai elvetici hanno perso il 18% della loro superficie.

Esperti a confronto

«Sensibilizzare la popolazione in merito all'importanza e al rispetto di questa risorsa fondamentale per la sopravvivenza del pianeta è lo scopo principale del Salone Aqua», spiega Pierre Schwaller, incaricato del servizio stampa della manifestazione.

L'evento, tenutosi a Bulle, nel Canton Friborgo, dall'8 al 12 giugno, è stato diviso in due parti: Aqua Pro, riservata alle industrie specializzate, e
Aqua Vie, rivolta al vasto pubblico.

Per la prima volta nella Svizzera romanda, i professionisti elvetici dell’acqua potabile hanno avuto a disposizione una piattaforma dove scambiare le proprie esperienze. Una sessantina di fornitori di materiali, industrie edili, società di captazione e di distribuzione idrica hanno così potuto presentare la loro attività.

Aqua Pro ha organizzato per loro un ciclo di conferenze e giornate di studio dedicate a una serie di temi tecnici, dai sistemi di filtraggio e di distribuzione dell’acqua potabile, fino all’impatto dell’urbanizzazione sulla salubrità delle reti idriche.

Acqua da scoprire

Decisamente più ludica e interattiva, Aqua Vie ha celebrato gli aspetti poliedrici della risorsa naturale.

A grandi e piccini è stata offerta la possibilità di scoprire e degustare la vasta gamma di acque minerali presenti sul mercato elvetico, ma anche di apprezzare e «pilotare» i preziosi modellini d’imbarcazione esposti.

Al menu acquatico di Bulle non mancava certo il gusto dell’avventura: mentre i più temerari si cimentavano con l’immersione subacquea nella grande piscina allestita all’entrata dell’esposizione, i romantici, setaccio in mano, hanno potuto provare l’emozione del cercatore d’oro in alcune vasche riempite di ghiaia della Sarina specialmente allestite per l’occasione.

Oltre al divertimento, Aqua Vie offriva anche possibilità di scoprire le importanti attività di alcune associazioni e corporazioni che lavorano nel settore idrico. Fra queste, la città vodese di Yverdon-les Bains, che ne ha approfittato per presentare la sua offerta turistica, mettendo in particolare risalto le sue terme, da secoli fiore all'occhiello dell'intera regione.

Segreti delle previsioni meteo

MeteoSvizzera, il servizio nazionale di meteorologia e climatologia, era uno degli ospiti d'onore del Salone.

Il suo impegno in ambito di prevenzione delle catastrofi naturali (inondazioni, tempeste, forti temporali ecc.) e i metodi di interpretazione delle immagini radar e satellitari in vista dell’elaborazione delle previsioni del tempo, hanno particolarmente attirato l’attenzione del pubblico.

Molto seguite anche le conferenze animate da alcune importanti personalità elvetiche del settore acquatico, fra cui spiccava il carismatico esploratore vodese di fondali marini Jacques Piccard. Il grande scienziato svizzero è considerato «l’uomo più profondo del mondo» da quando, nel 1960, è sceso nella fossa delle Marianne a -10'916 metri con il suo batiscafo .

«Scienza, conoscenza e presa di coscienza dell’importanza dell’acqua, senza dimenticarne l’aspetto ricreativo»: Pierre Schwaller riassume così il senso della manifestazione. Elementi che, di edizione in edizione, rendono il Salone Aqua unico nel suo genere.

swissinfo, Anna Passera

In breve

Invitata d’onore alla manifestazione, l’organizzazione privata di cooperazione allo sviluppo Helvetas ha presentato la propria attività.

Ogni anno, grazie ai suoi interventi, circa 250'000 persone in Africa, Asia e America latina possono accedere in modo durevole all’acqua potabile.

Gli aiuti si concentrano su infrastrutture in zona rurale, atte a migliorare l’approvvigionamento in acqua e l’igiene, nonché la costruzione di strade, ponti e infrastrutture utili alla comunità.

L’organizzazione ha ricevuto un franco per ogni biglietto d’entrata alla manifestazione. La somma raccolta servirà ad alimentare un villaggio africano.

Fine della finestrella


Link

×