Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

L'autostrada dei dinosauri

Wolfgang Hug, capo della sezione di paleontologia del canton Giura, esamina una delle impronte scoperta a Courtedoux

(swissinfo.ch)

Mezzo migliaio di impronte di 150 milioni d'anni or sono fanno pensare che il tracciato della futura Transjuranne ricalchi in parte una pista di dinosauri.

A Courtedoux, nel canton Giura, sono state di recente scoperte centinaia di tracce di dinosauri. Una scoperta che, secondo il direttore del Museo di storia naturale di Basilea, Christian Meyer, riveste "un'importanza scientifica eccezionale".

Il sito, di dimensioni eccezionali in Europa secondo gli esperti, si trova sul tracciato della Transjurane, l'autostrada A16 attualmente in costruzione. L'Ufficio federale delle strade (USTRA) ha allo studio soluzioni per preservare la scoperta.

In particolare, si pensa di sopraelevare la strada di 2 metri, per conservare la roccia con le impronte, o di prolungare di una cinquantina di metri il viadotto di Creugenat. Nel frattempo, sull'arco di due giorni, il pubblico ha potuto visitare la zona.

Mezzo migliaio di impronte su 800 metri quadrati

Le tracce, che sono in tutto mezzo migliaio, risalgono a 150 milioni di anni fa e si estendono su una superficie di circa 800 metri quadrati. La più grande delle tracce, tutte molto ben visibili, misura 55 cm di diametro.

L'animale che l'ha lasciata - secondo i calcoli degli esperti - aveva un'altezza all'anca di quasi 2,4 metri, per un peso totale tra un minimo di cinque ed un massimo di venti tonnellate. La lunghezza complessiva, collo e coda inclusi, doveva essere di circa 20 metri. Data i contorni arrotondati dell'impronta, si ritiene che si trattasse di un animale erbivoro.

Tracce di animali giovani?

Con tutta probabilità, le impronte sono state lasciate da esemplari di sauropode, dinosauri erbivori dal collo e dalla coda molto lunghi. E considerate le dimensioni delle tracce, si ritiene che debbano essere state lasciate da animali relativamente giovani. I sauropodi, infatti, potevano raggiungere lunghezze ben superiori, oltre i 30 metri.

Vista l'importanza della scoperta è stata creata una sezione di paleontologia in seno al servizio archeologico cantonale. Contrariamente alle tracce scoperte su pareti rocciose presso Lommiswil (SO) e Moutier (BE), il sito di Courtedoux è facilmente accessibile.

swissinfo


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza