Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

L'infaticabile funambolo Maurice Béjart compie 80 anni

Nella sua lunga carriera Maurice Béjart ha creato oltre 230 coreografie

(Keystone)

Il coreografo francese, che vive a Losanna da quasi 20 anni, ha festeggiato sabato sera con due giorni d'anticipo il suo 80° compleanno durante una serata di gala nella capitale vodese.

Le sue ultime opere "Tchekhov au bois dormant" e "La vie du danseur" (Amor-4-Vingt) sono presentate a sportelli chiusi in questi giorni a Losanna.

Nato il primo gennaio del 1927 a Marsiglia, Maurice Béjart compie 80 anni il giorno di Capodanno. Una tappa importante a cui tuttavia il losannese d'adozione non accorda un valore particolare: "Non attribuisco a questo anniversario un'importanza smisurata", ha dichiarato.

Sabato sera, con qualche giorno d'anticipo sul calendario, gli amici e molte personalità hanno nondimeno tenuto a celebrare l'evento organizzando nella capitale vodese una serata di gala con ben 300 invitati.

In una nota diffusa domenica, il Béjart Ballet Lausanne precisa che gli amici del celebre coreografo sono venuti da tutto il mondo per testimoniare il loro affetto all'artista. Tra gli invitati figuravano Claude Bessy, John Neumeier, Mikhail Barychnikov e l'ex imperatrice d'Iran Farah Pahlavi.

Per l'occasione, la cantante Julia Migenes ha intonato il tradizionale "Happy Birthday", mentre l'attore Jean-Claude Brialy ha pronunciato un discorso. I ballerini del corpo di ballo hanno consegnato al maestro un quadro da loro stessi realizzato.

Vasto pubblico

Venerato come uno dei maggiori coreografi del ventesimo secolo, Béjart ha dato molto alla sua arte. È pure riuscito a riavvicinare un vasto pubblico al balletto.

Colmato di onori, il cittadino onorario di Losanna ha concepito circa 230 coreografie e i suoi spettacoli mietono successi sia in Svizzera che all'estero.

Il suo senso a volte stravagante della messa in scena ha trovato un riscontro positivo nel pubblico e gli ha fatto acquisire familiarità, non senza fatica, con il balletto contemporaneo. Fra i suoi interpreti preferiti ci sono stati Jorge Donn, Patrick Dupont e Sylvie Guillem.

Progetti

Stacanovista della creazione, Maurice Béjart, nome d'arte di Maurice Jean-Berger, non ha alcuna intenzione di porre fine alla sua lunga carriera. "Voglio proprio continuare a lavorare", afferma, "il lavoro mi mantiene in forma, mentre troppo riposo mi abbatte".

Per il futuro, Béjart annuncia di avere altre idee in testa. Una la svelerà in primavera a Granada: lo spettacolo evocherà il cattolicesimo e l'islam, due religioni che hanno profondamente segnato la città spagnola.

Il coreografo confida pure di avere in cantiere un libro di colloqui con il giovane filosofo belga Michel Robert.

swissinfo e agenzie

Fatti e cifre

Maurice Béjart ha creato circa 230 coreografie.
Kitch, ludici o strazianti, i suoi spettacoli possono essere interpretati come tante pagine della sua esperienza di vita e della sua personale ricerca dell'assoluto.
Fra i suoi maggiori successi figurano "Symphonie pour un homme seul" (1955), "Le Sacre du Printemps" (1959), "Boléro" (1961), "L'Oiseau de feu" (1970), "Notre Faust" (1975), "Ring um den Ring" (1990) e "Le Presbythère...!" (1997).

Fine della finestrella

Biografia

Nato il 1. gennaio 1927 a Marsiglia, figlio del filosofo Gaston Berger, "entra" nella danza giovanissimo: "come in convento", afferma.

Impara il mestiere di ballerino nella sua città natale, a Parigi e a Londra e ottiene nel contempo una laurea in filosofia.

Esordisce a Marsiglia nel 1945, poi fonda la sua prima troupe a Parigi nel 1954. Sei anni dopo, a Bruxelles, questa diventa il "Ballet du XXe siècle". Nel 1987 viene ribattezzata "Béjart Ballet Lausanne" quando il coreografo si trasferisce nel capoluogo vodese.

Nella sua lunga carriera, oltre ad aver creato coreografie in tutto il mondo, Béjart ha messo in scena delle opere musicali e teatrali, ha realizzato film e pubblicato libri.

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.