La giustizia vodese ordina il sequestro del mobilio di Mobutu

Vista aerea della dimora vodese del defunto dittatore zairese Mobutu Sese Seko Keystone

La giustizia vodese ha ordinato il sequestro del mobilio della villa di Mobutu a Savigny (nel Canton Vaud). I beni della casa dell'ex presidente dello Zaire, deceduto nel 1997 in esilio in Marocco, sono stimati a 61 467 franchi.

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 giugno 2000 - 11:16

Il fisco vuole così recuperare 31 000 franchi d'imposte comunali e cantonali e 7000 d'imposta federale. Queste somme sono dovute per il biennio 1998-1999, è indicato nell'ultimo Foglio ufficiale del canton Vaud.

L'ordine di sequestro è diretto alla successione di Joseph- Désiré Mobutu Sese Seko, i cui eredi o rappresentanti non hanno domicilio noto, è precisato nell'avviso di sequestro. La villa e gli averi bancari dell'ex dittatore zairese sono stati sigillati dalla giustizia svizzera.

swissinfo e agenzie

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo