Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

La più grande città svizzera resta rosso-verde

Come le altre grandi città svizzere, Zurigo presenta un governo a maggioranza rosso-verde

(picswiss.ch)

L'Unione democratica di centro (destra) esce perdente dalle comunali di Zurigo. I vincitori sono invece il Partito popolare democratico (Ppd) e i piccoli partiti.

Il Ppd ritorna così in governo dopo 8 anni. Alla carica di sindaco è stato riconfermato il socialista Elmar Ledergerber.

L'Unione democratica di centro (destra nazionalista) non è riuscita a modificare l'equilibrio delle forze politiche in seno al governo durante le elezioni comunali di Zurigo.

La poltrona in municipio da ridistribuire è andata, come previsto, al Partito popolare democratico (Ppd, centro destra), che ritorna nell'esecutivo cittadino dopo otto anni di assenza.

In consiglio comunale (parlamento), un nuovo sistema di calcolo fa perdere seggi soprattutto ai socialisti (-5) e ai democentristi (-7). Verdi ed evangelici guadagnano 4 seggi a testa, mentre i Democratici svizzeri ritornano nel legislativo cittadino con tre rappresentanti.

Bassa la partecipazione, che non ha superato il 33,7%.

L'Udc esclusa dal governo

Nella corsa alle nove poltrone dell'esecutivo, sono stati riconfermati gli otto municipali che si sono ripresentati: 4 socialisti, 3 radicali e una Verde.

Il seggio lasciato libero dalla senza partito Monika Weber, ex Anello degli indipendenti, è stato conquistato dal 50enne capogruppo del Ppd in consiglio comunale, Gerold Lauber.

Giurista impiegato presso una società di riassicurazione, Lauber godeva dell'appoggio della cosiddetta «coalizione della ragione» con il partito socialista (Ps) e liberale radicale (Plr) ed ha ottenuto 36'700 voti, distaccando nettamente lo sfidante dell'Udc Roger Liebi (16'900 suffragi).

Senza il sostegno di altri partiti, i candidati dell'Udc sono rimasti ancora una volta esclusi dal municipio, dove non sono più rappresentati da quattro legislature.

Il socialista Elmar Lederberger è dal canto suo stato riconfermato sindaco della città sulla Limmat.

Parlamento in mano alla sinistra

L'elezione del consiglio comunale era resa avvincente da un nuovo sistema di calcolo per la ripartizione dei 125 seggi, introdotto in prima Svizzera dopo un ricorso dei Verdi al Tribunale federale.

Il nuovo sistema si prefigge di meglio far combaciare la forza percentuale complessiva di ogni partito al numero di seggi ed ha avuto l'effetto di togliere seggi ai partiti più rappresentati, per darne a quelli più piccoli.

Primo partito in parlamento rimane il Ps con 44 seggi, 5 in meno rispetto alla scorsa legislatura. L'Udc perde 7 mandati e ne mantiene 24, mentre il Plr conserva 19 seggi (-1).

I Verdi salgono a 14 seggi (+4), il Ppd a 10 (+1), gli evangelici a 6 (+4) e la Lista alternativa a 5 (+2). Dopo l'esclusione di quattro anni fa, i Democratici svizzeri ritornano nel parlamento cittadino con 3 rappresentanti.

swissinfo e agenzie

In breve

Con 370'000 abitanti, Zurigo è la più grande città della Svizzera.

Dal 1990, l'esecutivo cittadino è governato da una maggioranza rosso-verde.

Socialisti e verdi sono in maggioranza anche nei governi delle altre 4 città più grandi del Paese (Ginevra, Basilea, Losanna e Berna).

Fine della finestrella


Link

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

×

In evidenza